Italija

Covid, uomo positivo muore durante il soccorso per una crisi respiratoria: procura apre un'inchiesta

Ilmessaggero.it - 2 uri 31 min ago
Rimane un mistero la morte di un 66enne nuorese in Sardegna. Un 65enne, positivo al covid 19, è morto intorno alle 23 di ieri, mentre veniva soccorso dall'ambulanza del 118, probabilmente...
Kategorije: Italija

Covid a Teramo, ginecologa positiva e tampone dubbio per un'ostetrica: 60 persone in quarantena

Ilmessaggero.it - 2 uri 31 min ago
Positiva al coronavirus ginecologa del Mazzini di Teramo e tampone dubbio su un?ostetrica: 60 persone in isolamento domiciliare con sorveglianza attiva da parte delle Asl. È il risultato...
Kategorije: Italija

Coronavirus in Italia, il bollettino di oggi 20 settembre: 1.587 nuovi casi e 15 morti

Corriere.it - 2 uri 35 min ago

 1.587 nuovi casi e 15 morti

I dati del bollettino sulla pandemia di Covid-19, aggiornati a oggi 20 settembre

Kategorije: Italija

Thom Yorke e Dajana Roncione, le foto del matrimonio del leader dei Radiohead

Corriere.it - 2 uri 37 min ago

Thom Yorke e Dajana Roncione, le foto del matrimonio del leader dei Radiohead

Il matrimonio tra il cantautore britannico e l’attrice italiana a Bagheria, in Sicilia

Kategorije: Italija

Dino Zoff: “Lo scudetto? Lotta tra Juve e Inter, il divario tra le due si è assottigliato. Pirlo ha bisogno di esperienza, ma poi farà bene”

Il Fatto Quotidiano - 2 uri 37 min ago

Dino Zoff si appresta a vivere una domenica fitta di impegni davanti alla televisione della sua casa romana. Innamorato (e assolutamente ricambiato) di tutto lo sport, seguirà con attenzione il Tour de France, un po’ di tennis e la Motogp. Non c’è il Gran Premio di Formula 1 sennò cercherebbe di guardare anche quello. Il primo amore però è il pallone, dal 1961 al 2005 quarantaquattro anni di carriera da professionista tra calciatore, allenatore e dirigente. Ovvio che sia curioso soprattutto per l’inizio del campionato di Serie A.

Al telefono Zoff risponde a tutti e con una gentilezza d’altri tempi. Ma magari questo fine settimana meglio non disturbarlo. Anche al circolo Aniene di Roma, di cui è uno dei soci, andrà tra qualche giorno. “Tanto ormai è come fossi sempre in vacanza”, sorride. Ha 78 anni, nel 2015 ha avuto qualche problema di salute, ma si è ripreso ed è di nuovo in forma. Ha la stessa voce di sempre, di quando giocava e gli dicevano vecchio già tempo prima che riuscisse a vincere il Mondiale.

Dopo aver smesso nel 1983, ha intrapreso la carriera da allenatore. Prima nello staff della Juve come preparatore dei portieri Tacconi e Bodini, poi ct della Nazionale olimpica, ma proprio al momento di andare a Seul è arrivata la chiamata da Boniperti. Gli danno la Juve, in panchina accanto a lui l’amico di sempre Gaetano Scirea, una specie di fratello minore. Gaetano morirà tragicamente proprio durante l’avventura bianconera nel 1989. Zoff viene mandato via nel 1990: lascia, vincendo la Coppa Italia e la Coppa Uefa. Nell’anno del Mondiale in Italia, Montezemolo voleva ripartire dal calcio champagne di Gigi Maifredi.

Zoff, cosa si aspetta da questo campionato?
Prima di dare giudizi aspetterei qualche partita. Quello che verrà sarà un campionato anomalo, veniamo da uno altrettanto anomalo, addirittura spezzettato. Per aver indicazioni su cosa sarà, servirà più pazienza del solito.

Le sue favorite?
Le due dell’anno scorso. Juve e Inter, che si è rinforzata e sembra farà ancora acquisti. Poi vedo bene Lazio e Atalanta, forse il Napoli.

Il divario tra Juventus e Inter si è assottigliato?
Alla fine del campionato scorso c’era un punto di differenza, ma la Juve lo scudetto lo aveva vinto prima. Detto questo, credo che l’Inter di Conte si sia un po’ avvicinata alla vetta.

La scommessa bianconera nel dare la panchina ad un assoluto esordiente la trova sensata?
Pirlo è una persona a modo, penso possa fare bene. Sarà supportato dalla società, che lo farà lavorare nelle migliori condizioni. Certo un po’ di esperienza se la deve fare…

Quindi Conte deve approfittarne proprio nella fase iniziale?
Sì, ma le giuste misure i grandi club le trovano in fretta. Se la società ha fatto questa scelta, i tifosi bianconeri possono stare tranquilli. Una dirigenza forte ha sempre fatto la differenza nel calcio, ieri e oggi.

Di quali squadre non perderà nemmeno una gara davanti alla tv?
Atalanta e Lazio hanno fatto vedere grandi cose, che ora devono confermare.

Quest’anno sulle panchine di Serie A è sparita la scuola toscana. Non ci sono Sarri, Allegri, Spalletti e Mazzarri. Ci sono però tre campioni del mondo 2006, potevano essere quattro se Nesta fosse arrivato in A con il Frosinone.
Un giusto ricambio, gente che ci sa fare. Va bene così.

Mai così tanti eroi del 1982 in panchina in una stessa stagione.
A volte abbiamo fatto altre scelte, a volte è semplicemente il caso a decidere. Non sempre le cose vanno come è giusto che vadano.

Segue il calcio estero dal suo divano di casa?
Certo, soprattutto quello inglese. Hanno le stesse nostre regole, ma a volte sembra un calcio diverso. Là con il Var sono meno fiscali. Qui si danno troppi rigori. Per il fuorigioco e la palla dentro o fuori è uno strumento insostituibile, io non sono contro alla tecnologia. Però a volte va a cambiare la forza di questo sport, porta via qualcosa allo spirito del calcio.

Non trova che il calcio negli ultimi anni stia cambiando di continuo e più rapidamente che in passato?
Evoluzioni ce ne sono sempre state, ma occhio che a volte capita che si torni indietro. Guardiola del Manchester City è diverso da quello del Barcellona.

Le capita di annoiarsi davanti alla tv?
No, no. Solamente quando squadre che non hanno il livello tecnico per farlo, esasperano il possesso palla.

Lei è stato commissario tecnico di una bella Nazionale che è arrivata in finale di Europeo nel 2000.
Quella di Mancini è particolarmente attrezzata, vincere tante partite così non è semplice. Io la vedo tra le prime in Europa. Non so se abbia qualcosa della mia, altri tempi e altri giocatori. Questa però sta facendo veramente bene.

L’altro giorno è scomparso all’età di 92 anni, Fino Fini. Ideatore del Museo di Coverciano, era stato per vent’anni medico della Nazionale.
Come me e con me è campione due volte. All’Europeo ’68 e al Mondiale ’82. Con lui ci si divertiva sempre, un uomo simpatico che aiutava a fare gruppo.

L'articolo Dino Zoff: “Lo scudetto? Lotta tra Juve e Inter, il divario tra le due si è assottigliato. Pirlo ha bisogno di esperienza, ma poi farà bene” proviene da Il Fatto Quotidiano.

Kategorije: Italija

MotoGp, le pagelle: Rossi errore da 4,5; Bagnaia 5 anche se è il suo momento, Mir il migliore: 8,5

Corriere.it - 2 uri 37 min ago

 8,5

La gara bis vinta da Vinales (8) grazie alla caduta di Pecco; Dovizioso in testa alla classifica ma prestazione da 3; Alex Marquez per la prima volta da 7

Kategorije: Italija

Domani il tempo peggiora. L’esperto: «Per l’autunno c’è ancora un po’ di tempo»

Corriere.it - 2 uri 39 min ago

 «Per l’autunno c’è ancora un po’ di tempo»

Cala il caldo e arriva tanta pioggia in Piemonte, Lombardia e Liguria. Ma il vero crollo delle temperature è previsto da venerdì, con neve sulle Alpi e l’Appennino settentrionale

Kategorije: Italija

Loredana Bertè compie 70 anni: quando fece da barista a Warhol, le foto su Playboy e altre 8 curiosità su di lei

Corriere.it - 2 uri 39 min ago

 quando fece da barista a Warhol, le foto su Playboy e altre 8 curiosità su di lei

In occasione del suo compleanno ecco una serie di aneddoti poco noti sulla leonessa della musica italiana nata il 20 settembre (come sua sorella Mimì)

Kategorije: Italija

Di Battista contro Travaglio: «Fa voli pindarici per attaccarmi, ma i giornali non sono il Vangelo»

Corriere.it - 2 uri 41 min ago

 «Fa voli pindarici per attaccarmi, ma i giornali non sono il Vangelo»

L'esponente dei 5 Stelle attacca il direttore del Fatto quotidiano, che lo ha criticato nell'editoriale di oggi: «Lui invita i pugliesi a votare Emiliano, io no, compie voli pindarici per attaccarmi»

Kategorije: Italija

Ritrovato un cadavere nel fiume Adda. L’ipotesi: “Può essere quello della 15enne annegata mentre faceva il bagno”

Il Fatto Quotidiano - 2 uri 46 min ago

“C’è un corpo che galleggia nell’Adda, in località San Pietro a Berbenno, vicino alla pasticceria Libera”. È questa la segnalazione fatta ai vigili del fuoco intorno alle 10 di domenica mattina da due pescatori che si trovavano lungo le sponde del fiume. Subito sono scattate le operazioni di recupero nel punto indicato: il cadavere appartiene a una giovane donna e con il passare delle ore si fa sempre più concreta l’ipotesi che possa essere quello della 15enne Hasfa, inghiottita dal fiume lo scorso 1 settembre mentre con la cugina e altri familiari si trovava al Parco Bartesaghi, a Sondrio, dove risiedeva.

La ragazzina non è mai più stata ritrovata, nonostante giorni e giorni di intense ricerche, anche quelle “massive”, disposte dal prefetto Salvatore Pasquariello. Non solo, ogni giorno, da quando era rientrato dal Marocco poco dopo la tragedia, il padre Hamed Ben Duod, operaio in una segheria della zona, raggiungeva il punto dove la 15enne è scomparsa e si tuffava, nuotando nella speranza di ritrovarla.

Ora la possibile, tragica svolta: il corpo ripescato nell’Adda oggi ha caratteristiche del tutto simili alla descrizione dell’adolescente, anche per quanto concerne l’altezza, e c‘è piena compatibilità fra i luoghi della scomparsa e quelli del ritrovamento. Non ci sono, poi, in Valtellina denunce di altre giovani scomparse. La Polizia di Stato si occupa del caso e, al momento, dalla questura si limitano a dire, prudenzialmente, che sono in corso accertamenti scientifici. Ma i dubbi degli inquirenti sull’identità sono davvero pochi.

L'articolo Ritrovato un cadavere nel fiume Adda. L’ipotesi: “Può essere quello della 15enne annegata mentre faceva il bagno” proviene da Il Fatto Quotidiano.

Kategorije: Italija

Patrick Zaki, una nuova lettera dal carcere: “Spero di tornare all’Università di Bologna”

Il Fatto Quotidiano - 2 uri 54 min ago

Una nuova lettera è arrivata dal carcere di Tora, alle porte del Cairo, da Patrick George Zaki, studente egiziano dell’Università di Bologna. Zaki è in carcere da sette mesi con diverse accuse, tra cui propaganda sovversiva e istigazione alla violenza. Il fermo è stato poi trasformato in arresto e prorogato, l’ultima volta a fine luglio, senza che sia ancora stata fissata una scadenza per la detenzione. La lettera, scritta in arabo, è stata diffusa su Twitter dagli attivisti della campagna “Free Patrick”. Zaki chiede la data d’inizio del semestre accademico dell’Università di Bologna, mostrando il desiderio di poter tornare a frequentare l’Alma Mater. Il giovane chiede anche di conoscere quando si terrà la prossima udienza del processo a suo carico.

Secondo gli avvocati di Zaki, la prossima udienza dovrebbe svolgersi nei prossimi giorni, “in qualsiasi giorno degli ultimi dieci giorni di settembre”, come scrivono gli attivisti su Twitter. “Ma non ci sono informazioni precise, poiché stiamo aspettando che gli avvocati conoscano la data esatta” e questo avverrà “un giorno prima che si tenga l’udienza”, spiegano ancora. È stata invece confermata la data di inizio del semestre all’Università di Bologna, che inizierà il 27 settembre. “Patrick spera, e anche noi, di essere in grado di raggiungere i suoi colleghi e di tornare alla sua università”, scrive l’account Free Patrick.

L'articolo Patrick Zaki, una nuova lettera dal carcere: “Spero di tornare all’Università di Bologna” proviene da Il Fatto Quotidiano.

Kategorije: Italija

Referendum: perché votare Sì e perché No Risultati e conseguenze politiche: la guida

Corriere.it - 3 ure 5 min ago

 la guida

Il 20 e il 21 settembre 2020 si voterà per un referendum costituzionale sulla riduzione di un terzo del numero dei parlamentari di Camera e Senato. Si vota Sì o No e non è previsto il quorum

Kategorije: Italija

Referendum e Regionali, la guida: si vota oggi e domani Ecco orari e modalità Misure anti-Covid ai seggi

Corriere.it - 3 ure 6 min ago

 si vota oggi e domani  Ecco orari e modalità Misure anti-Covid ai seggi

Si può votare dalle 7 alle 23 di oggi, domenica, e dalle 7 alle 15 di domani, lunedì, seguendo delle regole nuove, e precise, per ragioni di sicurezza, causa epidemia di Covid

Kategorije: Italija

Recuperato un cadavere nell’Adda, potrebbe essere la 15enne annegata nel fiume

Corriere.it - 3 ure 7 min ago

Recuperato un cadavere nell’Adda, potrebbe essere la 15enne annegata nel fiume

Il recupero vicino al ponte in località San Pietro. La ragazza è stata travolta dalla corrente mentre faceva il bagno. Aveva commosso la storia del padre che ha continuato a cercarla ogni giorno tuffandosi nel fiume

Kategorije: Italija

Lazio, in arrivo 6 miliardi dall’Ue per infrastrutture, fibra e farmaceutico

Corriere.it - 3 ure 13 min ago

Lazio, in arrivo 6 miliardi dall’Ue per infrastrutture, fibra e farmaceutico

È la quota che spetta alla regione nella ripartizione dei fondi Ue 2021-2027 destinati all’Italia: oltre 37,3 i miliardi di euro per progetti destinati allo sviluppo delle regioni, 5 in più rispetto al bilancio fondi Ue 2014-2020. «Un successo per il Lazio», dice Leodori

Kategorije: Italija

Internazionali di tennis, Djokovic primo finalista: battuto Ruud in 2 set

Corriere.it - 3 ure 18 min ago

 battuto Ruud in 2 set

Il serbo soffre in particolare nel primo set, poi si impone 7-5, 6-3

Kategorije: Italija

La Thailandia scende in piazza, traballa mito monarchia. I giovani sfidano il regime: oltre 20 mila in marcia per la democrazia

Il Fatto Quotidiano - 3 ure 25 min ago

Una folla di decine di migliaia di persone accanto al palazzo reale di Bangkok, e manifestazioni simili in oltre dieci città all’estero: per il movimento anti-governativo emerso negli ultimi mesi in Thailandia, sono i giorni della definitiva consacrazione. La più grande protesta dal golpe del 2014, con slogan come “Abbasso la dittatura e il feudalesimo, lunga vita al popolo e alla democrazia”, e’ la conferma che per una crescente parte della popolazione, specie tra i giovani, il “Paese dei sorrisi” e’ completamente da rifondare.

L'articolo La Thailandia scende in piazza, traballa mito monarchia. I giovani sfidano il regime: oltre 20 mila in marcia per la democrazia proviene da Il Fatto Quotidiano.

Kategorije: Italija

Ignazio Moser e Cecilia Rodriguez, è di nuovo amore? Il bacio appassionato sul lago di Como

Il Fatto Quotidiano - 3 ure 29 min ago

È di nuovo amore tra Cecilia Rodriguez e Ignazio Moser? Sembrerebbe proprio di sì a giudicare dal bacio appassionato che si sono scambiati in riva al lago di Como. La coppia sta trascorrendo un weekend romantico in un hotel di lusso della sponda comasca e si è lasciata andare ad un lungo bacio, immortalato in alcuni scatti pubblicati su Instagram. “Location fantastica, fidanzata pazzesca, tanto amore…… peccato che proprio nel momento topico sia arrivato il nostro stalker più affezionato a rovinare tutto”, ha scritto l’ex gieffino a commento.

Insomma, la crisi e le litigate dei mesi scorsi sembrano ormai solo un brutto ricordo. Ignazio e Cecilia hanno ricominciato a vivere insieme e a trascorrere le giornate l’uno accanto all’altra, come dimostrano i contenuti che pubblicano sui social. Per la gioia dei loro fan, che hanno accolto con entusiasmo il ritorno di fiamma.

Visualizza questo post su Instagram

Location fantastica, fidanzata pazzesca, tanto amore…… peccato che proprio nel momento topico sia arrivato il nostro stalker più affezionato a rovinare tutto ????❤️ @chechurodriguez_real @alessandroenriquez

Un post condiviso da Ignazio Moser (@ignaziomoser) in data: 19 Set 2020 alle ore 12:14 PDT

L'articolo Ignazio Moser e Cecilia Rodriguez, è di nuovo amore? Il bacio appassionato sul lago di Como proviene da Il Fatto Quotidiano.

Kategorije: Italija

Autismo: appartamenti domotici dove s’impara a gestire i disturbi

Corriere.it - 3 ure 31 min ago

 appartamenti domotici dove s’impara a gestire i disturbi

Realizzati a Varese dalla Fondazione Sacra Famiglia, ospiteranno per una settimana ragazzi e loro familiari. Con l’intervento di esperti del comportamento si acquisiscono competenze e nuove abitudini positive da mettere poi in pratica nella vita quotidiana

Kategorije: Italija

Coronavirus, 1.587 nuovi casi in 24 ore su oltre 83mila tamponi. Altri 15 malati morti

Il Fatto Quotidiano - 3 ure 32 min ago

Nelle ultime 24 ore sono 1.587 i nuovi casi di coronavirus accertati in Italia su 83.428 tamponi, circa 20mila in meno di sabato. Quindici i morti tra le persone contagiate dal Covid-19. Le persone attualmente positive sono 44.098, di cui 2.365 (-22) sono ricoverate in ospedale e altre 222 in terapia intensiva (+7). In 41.511 si trovano in isolamento domiciliare. In un giorno sono 937 i dimessi o guariti.

I dati odierni non tengono in conto della situazione in Abruzzo: la regione, come specificato dal bollettino del ministero della Salute, sia sabato che oggi non è stata in grado di elaborare l’aggiornamento dei dati. Nessuna delle altre Regioni è a zero casi.

L’incremento maggiore si registra in Lombardia con 221 casi (46 a Milano città) e altri sei territori hanno accertato più di 100 contagi. Si tratta di Veneto (173), Lazio (165), Toscana (147), Campania (171), Sicilia (116, di cui 66 nella comunità Biagio Conte) e Emilia-Romagna (115).

Sabato l’incremento di casi era stato di 1.638, ma con oltre 103mila tamponi. La settimana si chiude con 10.403 nuovi casi accertati. Nei sette giorni precedenti erano stati 10.077, mentre due settimane fa erano 9.416. Un mese fa furono circa la metà, 5.430. Dall’inizio della pandemia sono 298.156 i casi confermati. Tra le persone positive 218.351 hanno sconfitto il Sars-Cov-2, mentre 35.707 sono decedute.

L'articolo Coronavirus, 1.587 nuovi casi in 24 ore su oltre 83mila tamponi. Altri 15 malati morti proviene da Il Fatto Quotidiano.

Kategorije: Italija
Syndicate content