Italija

Usa, si lancia con l’auto in fiamme contro un cancello di Capitol Hill: spara e si uccide 

Corriere.it - 2 uri 14 min ago

 spara e si uccide 

L’uomo ha iniziato a sparare e poi si è suicidato. Non sembra, al momento, che ci sia stato uno scambio a fuoco con gli agenti

Kategorije: Italija

Er Brasiliano, l’influencer “drogato e derubato” a Formentera: “Mi hanno messo il Ghb nel drink e si sono presi gli 8mila euro che avevo nel portafoglio”

Il Fatto Quotidiano - 2 uri 17 min ago

“A Formentera gira tanta cocaina, ed è piena di professionisti del furto… E se è successo a me… (con una stazza evidente, ndr)”. Massimiliano Minnocci, l’influencer meglio conosciuto sui social come “Er Brasile” o “Il Brasiliano”, è stato drogato e derubato durante la sua vacanza sull’isola spagnola. È stato lui stesso a raccontarlo, prima in una diretta sul suo profilo Instagram e poi in un’intervista a MowMag. “È stata davvero un’esperienza orribile. Ero in uno dei locali più noti di Es Pujols, non dirò mai qual è. Mi ricordo soltanto che sono entrato e mi hanno offerto da bere, erano le 3.30, le 4 – ha ricostruito -. Ero tranquillo, al rientro dalla spiaggia, post aperitivo. D’altra parte a Formentera si fa questo: si beve, si chiacchiera, si conosce gente. Fortunatamente non avevo niente perché arrivavo direttamente dal mare. Avevo il mio borsello, lo porto sempre con me, ma non avevo né l’orologio né le catenine”

L’influencer e body builder racconta di essersi svegliato la mattina seguente, sdraiato a terra, con il portafogli svuotato e un grosso vuoto di memoria: di quanto successo, infatti, non ricorda niente. “Essendo conosciuto mi offrono qualunque cosa. Ma la mattina dopo mi sono ritrovato disteso a terra. Per fortuna avevo lasciato il mio orologio, del valore di 100mila euro, e il simbolo in brillanti del Brasile, altri 25mila euro, in stanza. Altrimenti avrei perso quasi 130 mila euro. Quindi mi hanno fregato solamente il portafoglio. Dentro c’erano 8mila euro…”. Su come siano andate le cose non ha dubbi: “Penso mi abbiano messo qualcosa nel bicchiere, tipo droga dello stupro. La droga… sai quella che usano per le donne? Il Ghb…Sì, per fortuna non mi hanno stuprato. Solo derubato…”.

E ancora: “La mattina dopo però avevo un forte mal di testa. Ma sono stati anche magnanimi, se così si può dire, visto che nel portafoglio hanno lasciato tutto: passaporto, carta d’identità… Tranne i soldi, certo. E aggiungo pure questo: sono convinto sia una pratica diffusa, derubare in tale modalità. Sono professionisti. Individuano chi ha facoltà economiche e poi lo ripuliscono. Ho chiesto aiuto ai miei amici intimi, e per fortuna un angelo mi ha aiutato in tutto e per tutto, visto che non avevo più un soldo in tasca per tornare a casa. A Formentera gira tanta droga, non bevete nulla che non esca dal vostro bicchiere, sono cose che non dovrebbero esistere”, ha concluso Minnocci.

L'articolo Er Brasiliano, l’influencer “drogato e derubato” a Formentera: “Mi hanno messo il Ghb nel drink e si sono presi gli 8mila euro che avevo nel portafoglio” proviene da Il Fatto Quotidiano.

Kategorije: Italija

Europei, Minisini oro nel nuoto sincronizzato solo libero

Corriere.it - 2 uri 22 min ago

Europei, Minisini oro nel nuoto sincronizzato solo libero

Terzo oro per l’azzurro agli Europei di Roma. Argento per Linda Cerruti e per la squadra nel libero combinato

Kategorije: Italija

Ravenna, 16enne lasciato fuori dal locale. La mamma: «Cacciato perché ha la pelle scura»

Corriere.it - 2 uri 23 min ago

 «Cacciato perché ha la pelle scura»

È successo al concerto di Capo Plaza, a Marina di Ravenna. I buttafuori di un locale hanno respinto un ragazzino di 16 anni di origini etiopi. «Un atto di razzismo, faremo causa». La discoteca: «Segni di ubriachezza e atteggiamenti eccessivi in passato»

Kategorije: Italija

Caro affitti: «Treviso off limits, gli affitti sono aumentati del 30%»

Il Gazzettino.it - 2 uri 25 min ago
TREVISO - Allarme affitti: la ricerca media su Treviso è di oltre 6 mesi. «Su questo fronte la città è off limits: meglio Milano e Roma» commentano le agenzie. La...
Kategorije: Italija

Piero Angela, la petizione online per dedicargli una "Giornata Nazionale di divulgazione scientifica"

Ilmessaggero.it - 2 uri 25 min ago
E' partita online una mobilitazione per istituire una Giornata nazionale della divulgazione scientifica in omaggio a Piero Angela, giornalista scomparso a 93 anni. La petizione è...
Kategorije: Italija

Coronavirus in Italia, il bollettino del 14 agosto: 19.457 nuovi casi, 78 decessi. Indice di positività al 14,8 per cento

La Stampa - 2 uri 25 min ago

Sempre in calo la curva epidemica in Italia. Nelle ultime 24 ore sono 19.457 i nuovi casi contro i 24.787 di ieri e soprattutto i 26.662 di domenica scorsa. I tamponi processati sono 131.302 (ieri 185.120) con un tasso di positività che sale ... [Continua a leggere sul sito.]

Kategorije: Italija

Congedi parentali, in vigore le nuove regole: quello di paternità obbligatorio per 10 giorni

Il Fatto Quotidiano - 2 uri 32 min ago

Dal 13 agosto sono entrati a regime i nuovi congedi parentali. “Un passo importante verso una genitorialità equamente condivisa, un uso paritario del tempo e un miglior equilibrio tra tempi di vita familiare e lavorativi”, ha detto il ministro del Lavoro Andrea Orlando con un post su Facebook.

Le novità – E’ obbligatorio il congedo di paternità, della durata di 10 giorni lavorativi; aumenta da 10 a 11 mesi la durata del diritto al congedo per il genitore solo; è esteso il diritto all’indennità di maternità alle lavoratrici autonome e libere professioniste; aumenta da 6 a 12 anni l’età della bambina o del bambino entro cui poter usufruire del congedo parentale indennizzato. Inoltre, si dà precedenza alle richieste di lavoro agile dei dipendenti e dei caregiver con figli fino a 12 anni di età o disabili; sono introdotte sanzioni per i datori di lavoro che ostacolano la fruizione del congedo di paternità obbligatoria; e promossi interventi e iniziative di carattere informativo per la promozione e la conoscibilità delle misure a sostegno dei genitori e dei prestatori di assistenza. “Estendiamo i diritti di lavoratori e lavoratrici per garantire una migliore conciliazione dei tempi di vita e lavoro, per andare nella direzione di una più equa condivisione di responsabilità tra uomini e donne e promuovere la parità di genere in ambito lavorativo e familiare”, ha detto Orlando.

Le tappe e l’Italia agli ultimi posti in Europa – Il congedo di paternità è stato introdotto in Italia nel 2012, in seguito alla Direttiva Europea 2010/18. All’inizio era previsto un periodo di un unico giorno, esteso poi a dieci nelle fasi successive. Nel dicembre del 2021 un tentativo di allungare il tempo a disposizione fino a tre mesi è stato bloccato: non ha ricevuto i fondi necessari (1,5 miliardi). L’osservatorio dell’Università Cattolica ha rilevato come, fra il 2015 e il 2019, il numero dei beneficiari è aumentato con costanza, da 83mila a 156mila. E in Europa la misura è spesso prolungata: un esempio sono Portogallo e Spagna, che prevedono il tempo più lungo in assoluto con 5 e 12 settimane. L’Italia, invece, è agli ultimi posti.

L'articolo Congedi parentali, in vigore le nuove regole: quello di paternità obbligatorio per 10 giorni proviene da Il Fatto Quotidiano.

Kategorije: Italija

Taiwan, dopo Nancy Pelosi, nuova visita di delegati del Congresso americano. Pechino continua il pattugliamento attorno all’isola

Il Fatto Quotidiano - 2 uri 33 min ago

A 12 giorni di distanza dalla visita della speaker della Camera Nancy Pelosi a Taiwan, cinque rappresentanti del Congresso americano sono atterrati a Taipei per una visita di due giorni nell’isola. La delegazione guidata dal senatore democratico del Massachusetts Ed Markey, incontrerà alti dirigenti per discutere delle relazioni Usa-Taiwan, della sicurezza regionale, del commercio, di investimenti e altre questioni. Con Markey, ci sono i deputati democratici John Garamendi, Alan Lowenthal e Don Beyer, e la deputata repubblicana Aumua Amata Coleman Radewagen. A riferire della visita dei delegati del Congresso americano è stata l’ American Institute in Taiwan (Ait), ambasciata americana de facto che ha sottolineato l’importanza anche di questa visita nel quadro dei rapporti bilaterali fra Washington e Taipei.

Intanto, il ministero della Difesa di Taiwan ha confermato l’avvicinamento di sei navi da guerra e almeno 29 aerei militari cinesi alla linea mediana dello stretto che separa l’isola dal territorio cinese. Almeno 13 aerei hanno superato la linea mediana, entrando in quella che Taipei considera la sua zona di sicurezza aerea e che per il vice ministro degli Esteri cinese, Ma Zhaoxu, “non esiste”. La risposta di Taiwan è stata immediata, mettendo in allerta la propria difesa e intimando alle forze cinesi di allontanarsi dall’aerea.

Il 10 agosto scorso, Pechino ha dichiarato concluse le manovre militari attorno a Taiwan, proseguendo l’attività di controllo dell’aerea con normali pattugliamenti. “Le truppe terranno d’occhio i cambiamenti della situazione nello Stretto di Taiwan, continueranno a svolgere addestramento e preparativi militari, organizzeranno regolarmente pattuglie di prontezza al combattimento e difenderanno risolutamente la sovranità nazionale e l’integrità territoriale”, ha dichiarato il Comando del teatro orientale delle forze armate cinesi dopo l’annuncio della fine delle manovre.

Pechino continua a considerare Taiwan parte integrante del territorio cinese. Lo ha ribadito ufficialmente nel libro bianco su Taiwan redatto dall’Ufficio per gli affari di Taiwan del Consiglio di Stato cinese, e diffuso attraverso l’agenzia di stampa ufficiale Xinhua proprio il giorno dopo la fine delle manovre militari. Nel documento intitolato “La questione di Taiwan e la riunificazione della Cina nella nuova era”, Pechino ripropone il progetto di riunificazione di Taiwan alla Cina sulla base del modello un Paese due sistemi. Taipei continua, dal canto suo a respingere questo progetto rivendicando la propria indipendenza.

L'articolo Taiwan, dopo Nancy Pelosi, nuova visita di delegati del Congresso americano. Pechino continua il pattugliamento attorno all’isola proviene da Il Fatto Quotidiano.

Kategorije: Italija

Eutanasia per Freya, la tricheca star di Oslo

Corriere.it - 2 uri 37 min ago

Eutanasia per Freya, la tricheca star di Oslo

Le autorità norvegesi hanno annunciato di avere soppresso l’animale per il troppo stress derivato dal contatto con i turisti

Kategorije: Italija

Gemitaiz contro Jovanotti: « Un pagliaccio e un qualunquista cosmico: non spenderei mai 90 euro per vederlo»

Corriere.it - 2 uri 41 min ago

 non spenderei mai 90 euro per vederlo»

Nuova polemica per Jovanotti, il rapper lo attacca su Instagram

Kategorije: Italija

“Marco Senise ha un debito di 112mila euro, pignorati i compensi dell’Isola dei Famosi”

Il Fatto Quotidiano - 2 uri 42 min ago

Guai finanziari per Marco Senise. Il conduttore televisivo, ex volto noto di Forum, ha accumulato un debito di 112mila euro e per questo motivo, come rivela il Messaggero, gli sono stati pignorati i compensi ricevuti per la sua recente partecipazione all’ultima edizione dell’Isola dei Famosi. Secondo quanto ricostruito dal quotidiano romano, Senise ha acquistato nel 2008 un appartamento in via Ardeatina a Roma, senza riuscire però a saldare il conto alla società costruttrice, la C.I.P.I. Immobiliare srl. Il suo debito è passato poi nelle mani della società Colli d’Oro srl, che il 30 aprile del 2013 gli aveva notificato un decreto ingiuntivo per 51mila euro e un altro, il 5 ottobre 2015, da 23mila.

Il debito non è mai stato appianato dall’ex conduttore e così la Colli d’Oro ha notificato un pignoramento presso terzi a Banijay Italia spa, società produttrice del reality L’Isola dei famosi, che avrebbe dovuto elargire a Senise i compensi per la sua partecipazione al programma. “La somma per cui è stata fatta istanza di pignoramento da parte dell’avvocato Stefano Scalbi (che difende la Colli d’Oro srl) ammonta a 112mila euro, comprensiva di spese legali e interessi“, riferisce il Messaggero. Lo scorso 2 agosto Banijay Italia ha risposto che a Marco Senise spetta un importo di 11.338 euro, ora sottoposto a vincolo ma non certo bastevole per ripagare il suo debito.

L'articolo “Marco Senise ha un debito di 112mila euro, pignorati i compensi dell’Isola dei Famosi” proviene da Il Fatto Quotidiano.

Kategorije: Italija

Stati Uniti, auto si schianta contro il cancello di Capitol Hill poi va a fuoco: il conducente spara e poi si suicida

Il Fatto Quotidiano - 2 uri 47 min ago

Sabato notte un uomo si è schiantato con la sua auto contro la cancellata di Capitol Hill, la sede del Congresso americano che in questo periodo è chiuso per la pausa estiva. Subito dopo l’impatto, l’auto ha preso fuoco, mentre il conducente ha iniziato a sparare e poi si è suicidato. “Mentre l’uomo stava scendendo dall’auto, questa ha preso fuoco”, spiega la polizia di Capitol Hill in una nota aggiungendo che “l’uomo ha poi sparato diversi colpi in aria lungo East Capitol Street”. Secondo quanto riportato dall’emittente americana Fox news, nessuna persona sarebbe rimasta ferita nello schianto. Ancora ignote le motivazioni del gesto.

Il fatto è avvenuto a poche ore di distanza dall’uccisione da parte dell’Fbi di un uomo, Ricky Shiffer, 42 anni, che aveva tentato di fare irruzione nella sede della Federal Bureau a Cincinnati, in Ohio. L’assalitore aveva postato reazioni e commenti violenti online alla notizia delle perquisizioni nella residenza di Donald Trump a Mar-a-Lago, in Florida. Si ritiene che Shiffer, colpito ed ucciso al termine di un lungo confronto con le forze dell’ordine, avrebbe preso parte all’assalto a Capitol Hill il 6 gennaio dello scorso anno, ma non lo si riteneva una potenziale imminente minaccia. Come riferito dai media americani, Ricky Shiffer aveva iniziato a postare messaggi violenti nei confronti degli agenti federali dopo il raid a Mar-a-Lago.

L'articolo Stati Uniti, auto si schianta contro il cancello di Capitol Hill poi va a fuoco: il conducente spara e poi si suicida proviene da Il Fatto Quotidiano.

Kategorije: Italija

Rifiuti a Roma, slalom dei turisti tra la sporcizia nel fine settimana del 15 agosto

Corriere.it - 2 uri 49 min ago

Rifiuti a Roma, slalom dei turisti tra la sporcizia nel fine settimana del 15 agosto

Se nella metro Valle Aurelia si trovano bottigliette di plastica e lattine, a Campo de’ Fiori rimangono a marcire i resti del mercato. Topi in gruppo nei dintorni della stazione Termini

Kategorije: Italija

Hotel truffa a Rimini, la beffa e le avances su WhatsApp: «Vuole il rimborso? Venga in Irlanda da sola»

Corriere.it - 2 uri 56 min ago

 «Vuole il rimborso? Venga in Irlanda da sola»

Cinquecento prenotazioni per 40 camere all’hotel Gobbi, il proprietario: «Rivuole i suoi soldi? Sappia che sono in piscina a bere gin tonic». La disperazione della cliente: «In quella vacanza ho investito i risparmi di un anno». I conti offshore e le chat inquietanti

Kategorije: Italija

Programma M5s: limite di 2 mandati per tutti i partiti e stop cambi casacca in Parlamento. Sul lavoro Reddito ‘da rafforzare’ e salario minimo

Il Fatto Quotidiano - 3 ure 2 min ago

Il limite dei due mandati per tutti i partiti e non solo per il Movimento 5 stelle. Poi una legge sul conflitto d’interessi, lo stop ai cambi casacca in Parlamento, l’introduzione della sfiducia costruttiva e il voto ai 16enni. Sono questi alcuni dei punti centrali del programma M5s. Sul fronte economico, le proposte vanno dal cashback fiscale alla cancellazione definitiva dell’Irap, dal taglio del cuneo fiscale al salario minimo, passando per il “rafforzamento del reddito di cittadinanza” e la sperimentazione della “riduzione dell’orario di lavoro a parità di salario”. Sul piano internazionale viene ribadita la “solida collocazione dell’Italia nell’alleanza atlantica e nell’Unione europea” ma con “un atteggiamento proattivo e non fideistico“, così come il “no alla corsa al riarmo”. E per l’ambiente, si propone il rilancio del superbonus edilizio, a cui aggiungere un superbonus energia per le imprese. Da questi temi Giuseppe Conte, alla vigilia delle votazioni online per le parlamentarie che decideranno le liste, intende far partire la campagna elettorale del Movimento. Lo slogan scelto è: “Dalla parte giusta, cuore e coraggio per l’Italia di domani”. “Vogliamo portare a termine il lavoro che abbiamo iniziato”, scrivono. E rivolgendosi agli ex alleati del Partito democratico: “A finte alleanze, matrimoni di comodo e balletti abbiamo preferito la serietà”.

Fisco – Il primo punto che compare nel documento pubblicato sul sito del Movimento 5 stelle è appunto quello che riguarda il fisco. Si parte con l’illustrazione del cosiddetto “cashback fiscale”. Ovvero: “l’introduzione di un meccanismo che permetta l’immediato accredito su conto corrente delle spese detraibili sostenute con strumenti elettronici. In questo modo semplifichiamo la vita dei contribuenti e contrastiamo l’evasione”. Quindi la “cancellazione definitiva dell’Irap”, il “taglio del cuneo fiscale per imprese e lavoratori” così, si legge, “da ridurre più incisivamente la differenza fra il costo del lavoratore per l’impresa e il netto percepito in busta paga dallo stesso lavoratore”. Poi si cita “la cessione crediti fiscale strutturale” per “stabilizzare l’innovativo meccanismo che ha decretato il successo del Superbonus”. Infine la “maxirateazione delle cartelle esattoriali” per “dare ossigeno a contribuenti e imprese
anche dal lato della riscossione”.

Lavoro – Al secondo punto ci sono le misure su lavoro e welfare. Innanzitutto “il salario minimo”, tema sul quale il Movimento spinge da sempre e sul quale è avvenuta l’ultima rottura con Mario Draghi. La proposta è quella di introdurre il limite minimo legale di nove euro lordi “per dire stop alle paghe da fame e dare dignità ai lavoratori che oggi percepiscono di meno”. Poi “contrasto del precariato“, tramite il rafforzamento delle misure del decreto dignità. Quindi “lo stop a stage e tirocini gratuiti” con l’introduzione di “un compenso minimo per i tirocinanti e il riconoscimento del periodo di tirocinio ai fini pensionistici”. E ancora: la “stabilizzazione di decontribuzione Sud” per creare posti di lavoro nel Mezzogiorno; la riforma dello Statuto dei lavoratori per dare a dipendenti e autonomi “gli stessi diritti e le stesse tutele”; la riforma degli ammortizzatori sociali in senso universale (quindi anche per autonomi e partite Iva).

Per quanto riguarda la misura bandiera del Movimento, il Reddito di cittadinanza, il Movimento 5 stelle ne chiede il rafforzamento: servono, si legge “misure per rendere più efficiente il sistema delle politiche attive. Monitoraggio delle misure antifrode”. Poi si propone la “riduzione dell’orario di lavoro a parità di salario”: sarebbe una sperimentazione e le imprese che aderiscono possono ottenere “esonero, crediti e incentivi”. A proposito della riforma delle pensioni, la proposta è quella di “evitare il ritorno alla legge Fornero attraverso l’ampliamento delle categorie dei lavori gravosi e usuranti e con meccanismi di uscita flessibile”. Infine “rafforzamento della sicurezza e istituzione di una procura nazionale del lavoro”.

Donne – Per migliorare la condizione delle donne lavoratrici, il Movimento 5 stelle propone: “parità salariale”, “equiparazione dei tempi di congedo di paternità e maternità”, “proroga di opzione donna per l’uscita anticipata dal lavoro”, “pensione anticipata per le mamme lavoratrici”, “proroga dello sgravio contributivo al 100% per l’assunzione di donne disoccupate”, “rafforzamento del fondo per l’imprenditoria femminile” e “sgravi per l’assunzione delle donne in gravidanza”.

Giovani – Per quanto riguarda invece i giovani e la partecipazione nel mondo del lavoro, il M5s elenca una serie di misure. Si parte dalla “pensione garanzia giovani” per aiutare “i giovani con carriere intermittenti che fanno fatica ad avere una pensione”. Poi: “Riscatto gratuito della laurea”, “incentivi all’imprenditoria giovanile e sburocratizzazione delle startup”. Quindi “stabilizzazione degli sgravi per l’acquisto della prima casa degli under 36” (bonus introdotto dal governo Draghi proprio su proposta del M5s) e “proroga dello sgravio per l’assunzione degli under 36 da parte delle imprese”.

Casa – Sul fronte delle politiche abitative, mentre il Pd ha proposto la costruzione di 500mila alloggi popolari, il Movimento 5 stelle si concentra su “un piano di edilizia residenziale pubblica” con “riqualificazione degli edifici esistenti senza consumo di suolo”. Poi: “mutui agevolati per acquisto prima casa“, “mutuo salva casa” per “permettere alle persone sovraindebitate, con l’immobile oggetto di procedure esecutive, di riacquistarlo tramite mutui a lungo termine, agevolati dallo Stato”. Infine “affitto salva casa” per “consentire alle persone sovraindebitate, con la casa oggetto di procedure esecutive, di rimanere in affitto nella propria abitazione con la possibilità in futuro di poterla riacquistare”.

Ambiente – In materia di ambiente, il programma pentastellato rispolvera uno dei principali cavalli di battaglia del M5s come il superbonus edilizio: “Stabilizzazione delle agevolazioni edilizie per permettere la pianificazione degli investimenti sugli immobili”, si legge, “e continuare a migliorare i livelli di risparmio energetico e di conseguenza risparmiare sulle bollette. Sbloccare e far circolare i crediti d’imposta per evitare il fallimento delle imprese che ancora oggi non riescono a trasformarli in liquidità per pagare fornitori e dipendenti”. Viene poi aggiunto un nuovo superbonus “energia imprese”, sempre basato sulla circolazione dei crediti fiscali. Si propone inoltre di lavorare per una “società 2000 Watt”, ovvero “tendere a un modello sostenibile di consumo energetico per ridurre le emissioni annue di gas serra”. Poi: “Sburocratizzazione per favorire la creazione di impianti di energia rinnovabile”, “il completamento della carta geologica” per “prevenire i dissesti”, “il contrasto al carobollette” con “la revisione del sistema di formazione del prezzo del gas favorendone lo sganciamento dal mercato olandese TTF. E infine “lo stop a nuove trivellazioni e a nuovi inceneritori”.

Nell’ambito poi del cosiddetto “sviluppo sostenibile”, il M5s propone una “economia rigenerativa, per un sistema non più fondato solo sulla crescita ma anche sulla rigenerazione sociale, del territorio, dei consumi”, “stop a tecnologie obsolete per i rifiuti (realizzazione di impianti completamente compatibili con le richieste dell’Europa e non inquinanti, finalizzati a migliorare le prestazioni ambientali)” e “promozione del vuoto a rendere”.

Riforme “per garantire disciplina e onore” nelle funzioni pubbliche – Per quanto riguarda le riforme, i 5 Stelle ripropongono l’introduzione della “sfiducia costruttiva”: “Un governo”, si legge, “non può essere sfiduciato se contestualmente non si vota la fiducia a un altro esecutivo”. Stessa proposta compare anche nel programma Pd votato ieri dalla direzione nazionale. Poi si aggiunge: “Potere del presidente del consiglio di revocare i ministri”, “estensione ai 16enni del diritto di voto”, “legge sul conflitto di interessi”, “legge sulle lobby”, stop ai “cambi di casacca” in Parlamento e “limiti alla decretazione d’urgenza”. Nell’elenco delle misure compare anche l’estensione del limite dei due mandati “a tutti i partiti”, tema caro al garante del Movimento 5 Stelle Beppe Grillo.

Legalità – Altro capitolo centrale per il M5s, è quello della legalità. Nel programma si fa riferimento al “contrasto alle mafie”, con un “potenziamento degli strumenti di contrasto già esistenti”. Poi si cita il “completamento della riforma in tema di ergastolo ostativo”. E la “tutela dei principali presìdi antimafia come il 41 bis, le misure di prevenzione personali e patrimoniali”. Per quanto riguarda la lotta alla corruzione, prioritaria vengono considerate “la trasparenza e il controllo dei fondi del Pnrr”, così come “l’implementazione delle tutele per il lavoratore che denuncia (‘whistleblowing’) e per i testimoni di giustizia”. Si parla anche di “contrasto a agromafie ed ecomafie” con “un efficace sistema di repressione delle attività della criminalità organizzata e dei reati ambientali”. Viene messo nel capitolo legalità anche la “regolamentazione della coltivazione della Cannabis per uso personale”: obiettivo è “contrastare il business della criminalità organizzata e superare le criticità connesse alla produzione limitata di cannabis per uso terapeutico”. Si cita anche il “potenziamento delle misure di contrasto a ogni forma di violenza contro le donne, attraverso la formazione degli operatori, l’obbligatorietà e l’implementazione dei braccialetti elettronici e percorsi di recupero per i soggetti maltrattanti”. Infine “la riforma della disciplina degli affidi”. E per quanto riguarda il controverso e complesso sistema dell’improcedibilità penale introdotto dalla riforma Cartabia, se ne propone il “superamento”.

Diritti – In tema di diritti, le proposte del M5s sono molto simili a quelle del Partito democratico. Innanzitutto si propone l’introduzione del matrimonio egualitario e l’approvazione della legge contro l’omotransfobia. Quest’ultima, il cosiddetto ddl Zan, è stata affossata dalle destre a Palazzo Madama, proprio a un passo dal via libera definitivo. Poi i 5 stelle propongono l’introduzione di “educazione sessuale e affettiva nelle scuole” e la riforma della cittadinanza, ovvero l’introduzione dello “Ius scholae” “per riconoscere la cittadinanza al minore straniero, che sia nato in Italia o vi abbia fatto ingresso, qualora abbia completato regolarmente uno o più cicli di studi”.

Scuola – Per quanto riguarda l’istruzione, i 5 stelle chiedono “l’adeguamento degli stipendi degli insegnanti ai livelli europei”. Una proposta che, nei giorni scorsi, è stata avanzata anche dal Pd. Poi l’attenzione sul “benessere a scuola” per “più psicologi e pedagogisti”. Viene poi proposta l’introduzione di “una scuola dei mestieri” per recuperare “la tradizione dell’artigianato italiano”. Quindi si chiedono “l’aumento dei fondi per l’università”, “l’accesso aperto ai risultati delle ricerche”, “la riduzione del numero chiuso per l’accesso all’università”.

Animali – Una parte del programma è dedicata anche alla difesa degli animali: tra le proposte troviamo la “progressiva abolizione della caccia” a partire dal divieto di accesso ai terreni privati e il “cashback veterinario” per ottenere direttamente su conto corrente “le detrazioni connesse alle spese veterinarie e per farmaci”.

Politica internazionale – Sul fronte internazionale, viene ribadita la posizione tenuta dal M5s negli ultimi mesi. Ovvero “solida collocazione dell’Italia nell’alleanza atlantica e nell’Unione europea”, ma “con un atteggiamento proattivo e non fideistico, che renda l’Italia protagonista nell’ambito dei vari consessi”. Viene poi ribadito il “no alla corsa al riarmo”, mentre “sì al progetto di difesa comune europea per la pace e la sicurezza”. Quindi si chiede “l’istituzione di un energy recovery fund” “alimentato dall’emissione di debito comune europea, sulla scia del Next generation Eu”. Per quanto riguarda l’Unione europea si chiede di “rendere permanente l’emissione di debito comune come strumento a sostegno degli obiettivi europei”. Poi si parla di “riforma del patto di stabilità e crescita” e si chiede di “scorporare gli investimenti verdi dal computo del deficit“. Sull’immigrazione: “Adozione di un meccanismo comunitario per la gestione dei flussi migratori”. Infine “lotta alla tratta di esseri umani”.

Rai – L’ultimo punto del programma M5s è anche uno dei temi da sempre più cari a Beppe Grillo e i suoi, ovvero la “riforma del sistema radiotelevisivo”. La riforma della Rai, in modo che non dipenda dalle dinamiche politiche e dei partiti, è tra le prime proposte mai formulate dal Movimento e anche quella che non sono mai riusciti a realizzare. L’obiettivo, si legge ancora nel testo, è quello di istituire una “nuova governance che tenga fuori i partiti e assicuri il pieno recupero della sua funzione sociale con garanzia di correttezza e pluralismo dell’informazione”.

L'articolo Programma M5s: limite di 2 mandati per tutti i partiti e stop cambi casacca in Parlamento. Sul lavoro Reddito ‘da rafforzare’ e salario minimo proviene da Il Fatto Quotidiano.

Kategorije: Italija

Davide Ferrerio, parla la madre: «Mio figlio picchiato senza un motivo a Crotone. Lotta per la vita in ospedale»

Corriere.it - 3 ure 2 min ago

 «Mio figlio picchiato  senza un motivo  a Crotone. Lotta per la vita in ospedale»

Picchiato a Crotone, in vacanza. La madre: è un supertifoso del Bologna, il club gli mandi un messaggio. La risposta di Mihajlovic e la condanna del governatore calabrese Occhiuto: «Episodio inaccettabile, pronti a costituirci parte civile»

Kategorije: Italija

Ghigliottine, orme di cane, Pinocchi e corna: il bestiario dei simboli elettorali depositati al Viminale (ma che non vedremo sulla scheda)

Il Fatto Quotidiano - 3 ure 4 min ago

C’è il simbolo di “Basta tasse“, quello del “Partito della follia“, quello dei “Poeti d’azione“. E poi il “Movimento del vento – Il Brigante Volpicina” – che nel contrassegno ha una volpe e le parole “coraggio”, “onestà” e umiltà” – e il movimento animalista D.A.I.N.O., Difesa Animalista Indipendente Nazionale Organizzata, che però schiera la sagoma di un cervo (non di un daino, che non ha le corna) stagliata sulla luna piena. Notevole anche il simbolo di “Free“, con un uomo che dà un calcio alla testa di Pinocchio, nonché i ben cinque simboli con lo scudo crociato, icona della vecchia Dc. Come a ogni elezione politica, tra il 44° e il 42° giorno antecedente il voto va in scena il grande show del deposito dei contrassegni al Viminale, un passaggio necessario – recita la legge – per “i partiti o i gruppi politici organizzati che intendono presentare liste di candidati nei collegi plurinominali e candidati nei collegi uninominali”. Senza alcun filtro, nonostante le firme da raccogliere, un obiettivo alla portata di pochi. E così, puntualmente, le bacheche della Direzione centrale per i servizi elettorali si popolano di figure improbabili e slogan astrusi, proponibili da chiunque abbia la buona volontà di affrontare i passaggi burocratici richiesti (magari per “tutelare” il simbolo da tentativi di imitazione). I limiti sono solo tre: è vietato presentare contrassegni confondibili con quelli usati tradizionalmente da altri partiti, che contengano simboli religiosi o che facciano riferimento al fascismo o al nazismo.

jwplayer("jwp-12er9XKD").setup({ playlist: [{"title":"Elezioni, Scaduto il termine per depositare i simboli al Viminale","mediaid":"12er9XKD","link":"https:\/\/cdn.jwplayer.com\/previews\/12er9XKD","image":"https:\/\/cdn.jwplayer.com\/v2\/media\/12er9XKD\/poster.jpg?width=720","images":[{"src":"https:\/\/cdn.jwplayer.com\/v2\/media\/12er9XKD\/poster.jpg?width=320","width":320,"type":"image\/jpeg"},{"src":"https:\/\/cdn.jwplayer.com\/v2\/media\/12er9XKD\/poster.jpg?width=480","width":480,"type":"image\/jpeg"},{"src":"https:\/\/cdn.jwplayer.com\/v2\/media\/12er9XKD\/poster.jpg?width=640","width":640,"type":"image\/jpeg"},{"src":"https:\/\/cdn.jwplayer.com\/v2\/media\/12er9XKD\/poster.jpg?width=720","width":720,"type":"image\/jpeg"},{"src":"https:\/\/cdn.jwplayer.com\/v2\/media\/12er9XKD\/poster.jpg?width=1280","width":1280,"type":"image\/jpeg"},{"src":"https:\/\/cdn.jwplayer.com\/v2\/media\/12er9XKD\/poster.jpg?width=1920","width":1920,"type":"image\/jpeg"}],"duration":74,"pubdate":1660488790,"description":"","tags":"elezioni,ansa,politica,simboli","sources":[{"file":"https:\/\/cdn.jwplayer.com\/manifests\/12er9XKD.m3u8","type":"application\/vnd.apple.mpegurl"},{"file":"https:\/\/cdn.jwplayer.com\/videos\/12er9XKD-2kLOQlpN.mp4","type":"video\/mp4","height":180,"width":320,"label":"180p","bitrate":467300,"filesize":4322529,"framerate":50},{"file":"https:\/\/cdn.jwplayer.com\/videos\/12er9XKD-mgX5kRUd.mp4","type":"video\/mp4","height":270,"width":480,"label":"270p","bitrate":700582,"filesize":6480386,"framerate":50},{"file":"https:\/\/cdn.jwplayer.com\/videos\/12er9XKD-DGOVPaTh.mp4","type":"video\/mp4","height":404,"width":720,"label":"406p","bitrate":895645,"filesize":8284722,"framerate":50},{"file":"https:\/\/cdn.jwplayer.com\/videos\/12er9XKD-jz9FGUIN.m4a","type":"audio\/mp4","label":"AAC Audio","bitrate":113572,"filesize":1050545}],"tracks":[{"file":"https:\/\/cdn.jwplayer.com\/strips\/12er9XKD-120.vtt","kind":"thumbnails"}],"variations":[]}] });

La palma dell’antiestetica va al logo del Movimento per l’Instaurazione del Socialismo Scientifico CristianoNo alla Cassa Forense, che il suo stesso depositante, Pierluca Dal Canto, ha definito “il più brutto” di questa tornata. Si tratta di un cerchio bianco con una serie di scritte nere affastellate che sintetizzano lo strambo programma del “partito”: “No alla cassa forense” (l’istituto di previdenza degli avvocati, ndr) “no cavie”, “no carta verde”, “no controllo digitale”, “no moneta elettronica”. E in fondo il claim “Better call Pierluca“, che ricalca la fortunata serie tv Usa “Better call Saul”. Non brilla per eleganza nemmeno il Partito animalista, con due vistose impronte di cane nella parte superiore e la “pulce” (si chiama così il simbolo più piccolo inserito nel tondo) di “10 volte meglio”, lista liberista che ottenne lo 0,1% alle elezioni del 2018. Discutibili anche i Gilet arancioni del generale no-vax Antonio Pappalardo, con scritte in stampatello incerto, e la ghigliottina che campeggia nel logo di “Rivoluzione sanitaria“. Spicca per complessità invece il “Sacro romano impero cattolico e pacifista“, ricolmo di scritte in latino e con la tenda di un baldacchino al centro. Tra i contrassegni “classici” si segnala la scelta di Sinistra Italiana/Europa Verde, che schiera le scritte “verdi” e “sinistra” in tedesco e sloveno rispettivamente in Trentino-Alto Adige e il Friuli-Venezia Giulia, e il Pd che affianca al simbolo classico la scritta “Italia democratica e progressista“, stranamente in maiuscolo per i collegi nazionali e in minuscolo per quelli esteri.

L'articolo Ghigliottine, orme di cane, Pinocchi e corna: il bestiario dei simboli elettorali depositati al Viminale (ma che non vedremo sulla scheda) proviene da Il Fatto Quotidiano.

Kategorije: Italija

L’analisi di Sconcerti: Milan vince con la tecnica, Inter Inzaghi azzecca i cambi

Corriere.it - 3 ure 4 min ago

 Milan vince con la tecnica, Inter Inzaghi azzecca i cambi

Il Milan in difficoltà sul palleggio per l’inferiorità numerica a centrocampo, prede due gol su colpo di testa conferma di un posizionamento quasi mai corretto. L’Inter non bella, il migliore è diventato Dimarco

Kategorije: Italija
Syndicate content