Italija

Canada, fanno esplodere una bomba in ristorante indiano:  15 feriti, 3 sono gravi Video

Corriere.it - 2 uri 19 min ago

  15 feriti, 3  sono gravi Video

La polizia ha diffuso le immagini di due uomini incappucciati registrate dalle telecamere di sorveglianza. Negli Stati Uniti, a Oklahoma City un uomo è entrato in un negozio e ha aperto il fuoco. È stato ucciso da un passante

Kategorije: Italija

Governo, Conte incontra i risparmiatori truffati. Loro: “Fiduciosi per la prima volta, dopo 3 anni”. Poi rifiuta un rosario regalato da un leghista

Il Fatto Quotidiano - 2 uri 19 min ago
Nessuna risposta alle domande sulla squadra dei ministri, così come sulle voci relative ai diktat denunciati dal Quirinale, o sui tempi del giuramento. Ha lasciato Montecitorio ancora in taxi, venti minuti prima di mezzanotte, il presidente incaricato Giuseppe Conte, che sarà sostenuto dal governo giallo-verde M5s-Lega. Conte ha così incontrato una delegazione di risparmiatori truffati, ai quali aveva promesso: “Chi ha subito truffe o raggiri sarà risarcito”.

Al momento, la delegazione sembra convinta che ci possa essere un cambio di passo, rispetto ai governi Renzi – Gentiloni: “Per la prima volta, in tre anni, siamo fiduciosi”, ha rivendicato Andrea Arman, presidente del coordinamento Associazione delle banche popolari venete. E ancora: “Siamo onorati di aver incontrato il presidente incaricato per primi, un atto dimostrativo della volontà del governo, coerente con gli impegni elettorali”, ha aggiunto lo stesso Arman. Certo, per ora nessun dettaglio o quasi sarà a conoscenza dei cronisti: “Non si è parlato di tempi o coperture”, hanno sottolineato i delegati. Dopo una lunga giornata di consultazioni con i partiti in vista della formazione del nuovo governo, Conte non ha però voluto rilasciare alcuna dichiarazione: «Mi dispiace, vi ho fatto fare tardi», ha semplicemente risposto ai cronisti. Ma non solo. Un militante della Lega, come lui stesso si è definito, ha pure tentato di fargli un regalo, un rosario: «Grazie, è come se avessi accettato», è stata la risposta di Conte, che ha rifiutato.

L'articolo Governo, Conte incontra i risparmiatori truffati. Loro: “Fiduciosi per la prima volta, dopo 3 anni”. Poi rifiuta un rosario regalato da un leghista proviene da Il Fatto Quotidiano.

Kategorije: Italija

Blitz antiprostituzione: 5 fermati, in strada ragazza incinta al 6° mese

Il Gazzettino.it - 2 uri 28 min ago
MONTECCHIO MAGGIORE - Una ragazza al sesto mese di gravidanza è stata identificata dalla Polizia locale dei Castelli nell'ambito di una serie di controlli effettuati a Montecchio...
Kategorije: Italija

CULTURA - ALLA GALLERIA VERTICALISTA DI CATANIA FINO AL 10 GENNAIO 2016 SI CONFRONTANO LINGUAGGIO ARTISTICO E NARRATIVO NELLA MOSTRA "ARTE E NARRATIVA"

CRONACAOGGI - 2 uri 28 min ago
CATANIA - Alla Galleria Verticalista di Catania in via Suor Maria Mazzarello 12, è stata inaugurata la mostra “Arte e narrativa”. L’idea è quella di mettere insieme ed a confronto le ragioni di due linguaggi, quello artistico e quello narrativo, che molto spesso producono un processo di significazio.....
Kategorije: Italija

CATANIA NEWS - FERMATI DA POLIZIA E FIAMME GIALLE TRE SCAFISTI PER LO SBARCO DI MIGRANTI DEL 16 GENNAIO AL PORTO DI CATANIA

CRONACAOGGI - 2 uri 28 min ago
CATANIA - La Polizia di Stato e la Guardia di Finanza di Catania, con la collaborazione della Guardia Costiera, hanno posto in stato di fermo di indiziato di delitto tre sedicenti cittadini stranieri, di nazionalità gambiana, guineana e ciadiana, per il reato di favoreggiamento all’immigrazione clan.....
Kategorije: Italija

CULTURA - LUNEDÌ 7 DICEMBRE AL TEATRO VERGA APPUNTAMENTO CON LA XIV EDIZIONE DEL PREMIO DOMENICO DANZUSO

CRONACAOGGI - 2 uri 28 min ago
CATANIA - Andrea Camilleri, Simone Alaimo, Emilia Costantini, Anna Foglietta, Giulia Ganci, Giorgio Gualerzi, Gianni Salvo: saranno in sette a formare la rosa dei premiati della XIV edizione del prestigioso premio intitolato a Domenico Danzuso, grande giornalista, storico e critico teatrale catanese.....
Kategorije: Italija

Viadotto A14, ai funerali di Filippone solo i fiori degli «amici di sempre»

Ilmessaggero.it - 2 uri 28 min ago
Ci sono solo i fiori degli Amici di sempre  sulla bara di Fausto Filippone, il manager che domenica scorsa ha ucciso la moglie, la figlia e poi si è suicidato, gettandosi dal viadotto...
Kategorije: Italija

Salerno, semina il panico sparando all'impazzata: due feriti, fermato 27enne

Ilmessaggero.it - 2 uri 28 min ago
Aveva seminato il panico nei comuni dell'Agro Nocerino Sarnese, esplodendo colpi di pistola all'impazzata: proiettili che hanno crivellato veicoli, insegne e in due casi hanno ferito...
Kategorije: Italija

Benetton: sono tornato  a guidare il brand, i manager non l’amavano

Corriere.it - 2 uri 29 min ago

 sono tornato  a guidare il brand, i manager non l’amavano

«Lega e M5S? Ora governino, devono essere messi alla prova»

Kategorije: Italija

Canada, bomba in un ristorante a Toronto: almeno 15 feriti, 3 sono gravi

Il Fatto Quotidiano - 2 uri 31 min ago

Erano due, hanno fatto irruzione nel ristorante indiano a volto coperto e lì hanno fatto esplodere l’ordigno che ha ferito 15 persone, di cui tre gravi. È successo a Mississauga, città meridionale nella provincia canadese dell’Ontario, nella parte occidentale dell’area metropolitana di Toronto.

jwplayer("jwp-Sm4Ql9eJ").setup({ playlist: [{"mediaid":"Sm4Ql9eJ","description":"","pubdate":1527230789,"tags":"bomba,Toronto","image":"https:\/\/cdn.jwplayer.com\/thumbs\/Sm4Ql9eJ-720.jpg","title":"Canada, bomba in un ristorante a Toronto","sources":[{"type":"application\/vnd.apple.mpegurl","file":"https:\/\/cdn.jwplayer.com\/manifests\/Sm4Ql9eJ.m3u8"},{"width":320,"height":180,"type":"video\/mp4","file":"https:\/\/cdn.jwplayer.com\/videos\/Sm4Ql9eJ-2kLOQlpN.mp4","label":"180p"},{"width":480,"height":270,"type":"video\/mp4","file":"https:\/\/cdn.jwplayer.com\/videos\/Sm4Ql9eJ-mgX5kRUd.mp4","label":"270p"},{"width":720,"height":406,"type":"video\/mp4","file":"https:\/\/cdn.jwplayer.com\/videos\/Sm4Ql9eJ-DGOVPaTh.mp4","label":"406p"},{"width":1280,"height":720,"type":"video\/mp4","file":"https:\/\/cdn.jwplayer.com\/videos\/Sm4Ql9eJ-00rmffRE.mp4","label":"720p"},{"type":"audio\/mp4","file":"https:\/\/cdn.jwplayer.com\/videos\/Sm4Ql9eJ-jz9FGUIN.m4a","label":"AAC Audio"}],"tracks":[{"kind":"thumbnails","file":"https:\/\/cdn.jwplayer.com\/strips\/Sm4Ql9eJ-120.vtt"}],"link":"https:\/\/cdn.jwplayer.com\/previews\/Sm4Ql9eJ","duration":43}] });

I due – “di carnagione chiara”, come scrivono i media canadesi – al momento sono ancora in fuga. A renderlo noto è stata la polizia, spiegando che due persone sospette sono entrate all’interno del locale, il Bombay Bhel, ed hanno fatto scoppiare l’ordigno esplosivo improvvisato intorno alle 22.30. “Diversi feriti” sono stati ricoverati in ospedale, mentre tre persone che versano in condizioni critiche sono state portate in un centro specializzato di Toronto. I due sospetti sono fuggiti dal luogo dell’attacco immediatamente dopo l’esplosione e la polizia ha lanciato un appello al pubblico per chiedere aiuto nell’identificazione dei due attentatori, si legge sul sito della Bbc.

2 suspects attended the scene, detonated an Improvised Explosive Device within the restaurant. Several injured were taken to local hospital and 3 in critical condition were taken to a Toronto Trauma Centre. pic.twitter.com/yzCT59UVN6

— Peel Regional Police (@PeelPoliceMedia) May 25, 2018

L'articolo Canada, bomba in un ristorante a Toronto: almeno 15 feriti, 3 sono gravi proviene da Il Fatto Quotidiano.

Kategorije: Italija

Master Ceff

Corriere.it - 2 uri 35 min ago

Master Ceff

Kategorije: Italija

La torta morbida al cioccolato con il burro salato

Corriere.it - 2 uri 38 min ago

La torta morbida al cioccolato con il burro salato

La videoricetta del venerdì

Kategorije: Italija

Guido, da imprenditore a manager dei Down: «Ora sono più felice»

Corriere.it - 2 uri 39 min ago

 «Ora sono più felice»

Ha imparato da sua figlia Irene, nata con il fatidico cromosoma in più. Ha lasciato l’azienda per diventare formatore. «Ogni momento tirano fuori qualcosa che mai ti aspetteresti»

Kategorije: Italija

Superministero Lavoro-Sviluppo, giuslavoristi divisi: “Bene un interlocutore unico sulle crisi”. “Rischio di sovraccarico”

Il Fatto Quotidiano - 2 uri 44 min ago

“Finalmente ci sarebbe un interlocutore unico nella gestione dei tavoli di crisi aziendale”. “Sì, ma ci sarebbe anche un sovraccarico di competenze, con il rischio di trascurare tematiche importanti”. Vantaggi e svantaggi della proposta di Luigi Di Maio: una fusione tra i dicasteri dello Sviluppo economico e del Lavoro. “Un super ministero per risolvere i problemi degli italiani e che vada al Movimento 5 stelle”, ha annunciato il capo politico del M5s pochi giorni fa durante un comizio. L’avvocato Aldo Bottini, presidente dell’associazione Avvocati giuslavoristi italiani (Agi), evidenzia l’aspetto positivo del coordinamento dei tavoli di crisi, mentre il suo collega Vincenzo Martino, vicepresidente Agi, mette l’accento su un altro punto: “Temo un affievolirsi dell’impegno sul lavoro, specialmente in una fase in cui, a mio parere, bisognerebbe fare un passo indietro rispetto alle riforme sbagliate fatte dal governo Renzi”.

PRO: LA GESTIONE DELLE CRISI AZIENDALI – Una delle competenze che più ha impegnato ili ministro dello Sviluppo uscente Carlo Calenda è stata la gestione delle crisi aziendali. Da Alitalia a Ilva passando per Alcoa, Aferpi, Embraco, l’ex Fiat di Termini Imerese. “Quotidianamente si devono gestire situazioni di esubero del personale, mobilità, ricollocamento, reindustrializzazione e il ministero ha un ruolo importante e propositivo, oltre a uno strumento rilevante come Invitalia (l’Agenzia nazionale per l’attrazione degli investimenti e lo sviluppo d’impresa)”, spiega Bottini. “Su questo punto, che riguarda in particolare noi giuslavoristi – aggiunge – una gestione unitaria e coordinata non può essere che positiva”. Il vantaggio sarebbe quello di avere un unico interlocutore: “Ora bisogna prima trovare un accordo ai tavoli del Mise e poi andare a sentire cosa dice il ministero del Lavoro, per la parte che riguarda per esempio gli ammortizzatori sociali. Se è già lì, si può guadagnare in termini di tempo ed efficienza”, sostiene il presidente Agi. In questo caso, Martino è d’accordo con lui: “E’ un vantaggio evidente”.

CONTRO: IL SOVRACCARICO DI COMPETENZE – “Certo, ci sono le crisi aziendali, ma contemporaneamente anche l’impegno sul welfare, sul reddito di cittadinanza e sulla legislazione del lavoro: mi sembra un impegno troppo gravoso”, sostiene però il vicepresidente Agi. “O Di Maio è superman o la vedo dura”, commenta Martino, che non manca di sottolineare, dal suo punto di vista, la necessità di due personalità differenti: “Serve una competenza specifica sui temi del lavoro – spiega – che è diversa da quella che occorre al Mise, dove si tratta di tematiche più industriali e dove bisognerebbe dare un indirizzo alla programmazione economica. E’ vero che in Italia ciò non avviene da molti anni, ma sarebbe auspicabile un cambiamento”. Il ministero dello Sviluppo economico, competente appunto per la politica industriale – che riguarda in parte la gestione delle crisi aziendali -, si occupa anche di internazionalizzazione, politica energetica e per le comunicazioni. Mentre il dicastero attualmente in mano a Giuliano Poletti si dedica sì a occupazione, tutela del lavoro e sistema previdenziale, ma anche a tutto quel che riguarda le politiche sociali. “E’ chiaro che il Mise oggi comprende pure una serie di competenze che effettivamente con il lavoro c’entrano poco”, sostiene anche Bottini, e c’è quindi “un rischio di disomogeneità e di sovraccarico di compiti”.

L’ATTENZIONE SUI TEMI DEL LAVORO – Per quel che riguarda le competenze del ministero del Lavoro, secondo il presidente Agi, un accorpamento “potrebbe invece essere positivo”. “Anche la parte che riguarda le politiche sociali, quindi il welfare – spiega – ha a che vedere con la gestione delle crisi. Non c’è una distinzione così netta e sarebbe utile che le due funzioni si parlino”. Di tutt’altro parere invece l’avvocato Martino: “Mi preoccupa una minor presenza politica del futuro ministro su temi come la sicurezza del lavoro, la tutela del lavoratore stabile e la lotta al precariato”, spiega. I pentastellati non hanno mai nascosto il loro interesse per il dicastero del Lavoro, dato che sarà quello che si occuperà del reddito di cittadinanza. “Concentrandosi sulle grandi crisi da un lato e dall’altro sul reddito di cittadinanza – sostiene il vicepresidente Agi – si rischia di trascurare altre tematiche importanti del lavoro, a partire da quello che non va del Jobs Act , fino al contrasto al precariato e alla revisione della disciplina sui contratti a termine acausali”. Poi ci sono altri argomenti da affrontare, secondo Martino, come “la regolamentazione della figura dei rider, vedere il caso Foodora, o il ripristino dell’articolo 18“. Di cui però non c’è traccia nel contratto di governo Lega-M5s. “Anche la riforma della Legge Fornero è di competenza del dicastero del Lavoro”. Per fare tutto ciò, secondo l’avvocato giuslavorista, “serve un ministro autorevole che si occupi solo di questo”.

IL DUALISMO TRA LAVORO E INDUSTRIA – Un ministero del Lavoro autonomo esiste in tutti i principali Stati europei, dalla Germania alla Francia passando per la Spagna. In Italia è stato istituito nel 1920, quando con il secondo governo Nitti fu scorporato dal ministero per l’Industria. “Mi colpisce che la Terza Repubblica possa partire facendo sparire la separazione tra industria e lavoro che era stata pensata prima del Fascismo”, commenta Martino. Storicamente, il dicastero del Lavoro è sempre stato in mano a una personalità più vicina ai sindacati, mentre quello dell’Industria a qualcuno vicino al mondo delle imprese e a Confindustria. “Così si era sempre trovato un equilibrio che ha funzionato nella prima e nella seconda Repubblica”, sostiene Martino, secondo cui “un ministero del Lavoro propulsivo, con forte direzione politica, autorevole, può essere ancora utile”. Per il suo collega Bottini invece, questo dualismo tra lavoro e industria “si può ormai superare”. “Anzi, è già abbastanza superato”, conclude il presidente Agi.

L'articolo Superministero Lavoro-Sviluppo, giuslavoristi divisi: “Bene un interlocutore unico sulle crisi”. “Rischio di sovraccarico” proviene da Il Fatto Quotidiano.

Kategorije: Italija

Privacy, gigantesca voragine nel portale delle imprese: chiunque può scaricare 6 milioni di dati personali – VIDEO

Il Fatto Quotidiano - 2 uri 45 min ago

I clienti delle Fs potranno lamentarsi di persona con chi le amministra, basta seguire l’indirizzo e citofonare “Mazzoncini”. Idem quelli di Amsa e A2a e di multinazionali come Sky, Ikea, Siemens, Edison, Suzuki, Toyota e Luxottica. Qualche buontempone potrà suonare il campanello di CasaleggioDe Benedetti e Montezemolo o attaccarsi a quello del politico paracadutato ai vertici di società pubbliche. Il servizio è gratuito e privo di rischi, grazie al contributo di Palazzo Chigi e Camere di commercio. Volevano semplificare la vita agli imprenditori, hanno finito per esporre ai quattro venti i loro dati personali, comprese le residenze private, di milioni di amministratori, procuratori e consiglieri iscritti al Registro delle Imprese.

Merito di un portale istituzionale che regala all’Italia un bel primato: anche i sassi sanno che oggi, 25 maggio 2018, diventa operativo il General Data Protection Regulation (GDPR), il nuovo regolamento europeo che impone maggiori obblighi e cautele, nonché sanzioni fino a 10 milioni di euro ai gestori di dati che per evitarle stanno bombardando utenti e clienti di richieste a rinnovare il consenso. Il nostro Paese lo celebra con un data-breach di proporzioni epiche e dai risvolti inesplorati. A beneficio dei curiosi che s’annidano tra 200mila utenti mensili del sito e di chi volesse utilizzarli a fini commerciali propri o rivenderli a terzi. Magari dopo averli scaricati comodamente in blocco con un semplice script da ragazzini dell’Itis di Monza. Lo abbiamo fatto.

jwplayer("jwp-4tUOHolX").setup({ playlist: [{"mediaid":"4tUOHolX","description":"di Marion Didier e Thomas Mackinson","pubdate":1527175026,"tags":"privacy,dati","image":"https:\/\/cdn.jwplayer.com\/thumbs\/4tUOHolX-720.jpg","title":"Privacy, la prova del Fatto: c'\u00e8 una falla nel portale Impreseinungiorno","sources":[{"type":"application\/vnd.apple.mpegurl","file":"https:\/\/cdn.jwplayer.com\/manifests\/4tUOHolX.m3u8"},{"width":320,"height":180,"type":"video\/mp4","file":"https:\/\/cdn.jwplayer.com\/videos\/4tUOHolX-2kLOQlpN.mp4","label":"180p"},{"width":480,"height":270,"type":"video\/mp4","file":"https:\/\/cdn.jwplayer.com\/videos\/4tUOHolX-mgX5kRUd.mp4","label":"270p"},{"width":720,"height":406,"type":"video\/mp4","file":"https:\/\/cdn.jwplayer.com\/videos\/4tUOHolX-DGOVPaTh.mp4","label":"406p"},{"width":1280,"height":720,"type":"video\/mp4","file":"https:\/\/cdn.jwplayer.com\/videos\/4tUOHolX-00rmffRE.mp4","label":"720p"},{"type":"audio\/mp4","file":"https:\/\/cdn.jwplayer.com\/videos\/4tUOHolX-jz9FGUIN.m4a","label":"AAC Audio"},{"width":1920,"height":1080,"type":"video\/mp4","file":"https:\/\/cdn.jwplayer.com\/videos\/4tUOHolX-4X01Yi7v.mp4","label":"1080p"}],"tracks":[{"kind":"thumbnails","file":"https:\/\/cdn.jwplayer.com\/strips\/4tUOHolX-120.vtt"}],"link":"https:\/\/cdn.jwplayer.com\/previews\/4tUOHolX","duration":273}] });

Il Paradiso degli opendata (involontari) si spalanca digitando www.impresainungiorno.gov.it , indirizzo del portale nato per rispondere a un decreto del 2008 che imponeva a tutti i comuni di dotarsi di uno Sportello unico delle attività produttive (Suap) telematico. Consente ai titolari d’impresa di sbrigare online pratiche e autorizzazioni senza doversi recare fisicamente gli sportelli. Lo ha realizzato Infocamere col sostegno di Union Camere, cioè degli imprenditori stessi, e dell’Associazione dei comuni (Anci), cioè dei contribuenti. L’iniziativa era e resta meritoria, salvo sbattere contro le disposizioni vigenti sul corretto trattamento dei dati e sulle nuove che sono un bel grattacapo per tutte le imprese. E ora, chi glielo dice che sono le prime vittime di una clamorosa leggerezza? Una nota ufficiale di Union Camere, preventivamente sollecitata dal fattoquotidiano.it, assicura che “nessuna criticità in ordine alla tenuta/protezione dei dati. Da molti anni le Camere di commercio gestiscono il registro informatico delle imprese italiane e gli standard di sicurezza sono i più elevati”. Ma è bastato un piccolo test a dimostrare il contrario. Si clicca sul bottone a destra del sito “accedi ai servizi”. Da qui in poi, è un gioco da ragazzi.

Se Snowden chiede una pratica edilizia
Il Codice dell’amministrazione digitale dice che per accedere ai servizi della PA si devono usare esclusivamente sistemi sicuri, come SPID o la CNS, ma il gestore del sito – prima falla – evidentemente non lo sa e consente di registrarsi come si vuole, senza un sistema di autenticazione. Noi lo facciamo usando il nome Edward Snowden, l’informatico e attivista statunitense che ha rivelato lo scandalo intercettazioni. Luogo e data di nascita sono su Wikipedia e di strumenti per calcolare il codice fiscale è pieno Internet. Il nostro Edward può ora presentare pratiche presso tutti i Comuni italiani convenzionati. Ne sceglie uno a caso, il Comune di Milano e segue le istruzioni. Clicca sul bottone “Compila una pratica” e arriva una pagina dove deve inserire i dati anagrafici dell’azienda. E qui siamo alla seconda falla.

Il servizio ha poi una funzione compilazione automatica del modulo, così che a Snowden basta inserire un codice fiscale aziendale (sono tutti pubblicati per legge nella homepage dei loro siti Internet) per vedersi comparire a schermo la relativa scheda anagrafica estratta dal Registro delle Imprese, con tutti i dati rel​ativi al rappresentante legale dell’azienda. Potrà inserire, ad esempio, il codice fiscale di NTV – Italo treno: 09247981005. Cliccando sul bottone “recupera dati” magicamente otterrà l’indirizzo dell’abitazione di Luca Cordero di Montezemolo. Lo stesso può fare con la Casaleggio e associati per avere l’indirizzo di Davide Federico Dante Casaleggio e così via. Certo, si può anche fare tramite le visure camerali, ma bisogna accreditarsi e pagare lasciando traccia delle operazioni. Si può andare fisicamente allo sportello della Camera di Commercio, dove non chiedono documenti, ma richiede tempo e si paga per ogni pratica. Qui si fa tutto in rete, gratis e senza limiti. Ma ecco il terzo svarione che perfeziona il pasticcio: il data-breach, cioè la possibilità di scaricare, copiare e trasmettere in maniera massiva dati personali.

Il data-breach 
casalingo, la reazione dell’ente
Scaricare a mano 6milioni di schede aziendali, l’intera banca dati delle Camere di Commercio, in effetti può risultare noioso. Fortunatamente Edward conosce Giggino, che frequenta la terza all’ITIS informatici di Monza che è un maghetto col Javascript. In quattro e quattr’otto Giggino gli prepara uno script che scarica diecimila record alla volta.
 Ecco qui i primi diecimila in un file Excel, li manderemo a Antonello Soro, il Garante della privacy per sentire cosa ne pensa.
 Ma è mai possibile che dati personali siano trattati con tanta leggerezza dalla società delle camere di Commercio? A sera chiama il dirigente di UnionCamere responsabile del servizio. Luca Candiani ci ringrazia della segnalazione e poi spiega che l’ente ha scelto di non limitare l’accesso a credenziali sicure perché “vista la scarsa diffusione di identità digitali tra gli italiani avremmo fortemente limitato l’operatività del servizio”. Eppure il governo e la sua Agenda digitale spingono da anni nella direzione opposta, a incentivare il più possibile la diffusione di sistemi di autenticazione sicuri come Spid e Cns. Resta allora da capire quanto la pretesa “operatività del servizio” faccia rima con i più sostanziosi incassi che un accesso non controllato garantisce ogni anno all’ente camerale.

L’esperto: “Se confermate, inadempienze gravi”
“Se le cose stanno in questi termini siamo davanti a una serie di inadempienze gravi”, spiega Fulvio Sarzana, giurista che da anni si occupa di diritti digitali e privacy. “Sembra potersi profilare una violazione del principio di accountability ovvero dell’adozione di comportamenti proattivi e tali da dimostrare la concreta adozione di misure finalizzate ad assicurare l’applicazione del nuovo quadro comunitario alla base del Regolamento Europeo in materia di protezione dei dati personali. Va ricordato che il Regolamento è in vigore dal maggio 2016 e dal maggio 2018 è solo prevista l’operatività in tutti i paesi dell’Unione. Ancora, va ricordato come l’adozione di misure di sicurezza per il trattamento dei dati personali volte ad evitare rischi di diffusione incontrollata di dati, sia oggetto anche di una specifica disposizione penale, come già previsto dall’art 169 del codice della privacy. E’ bene verificare con attenzione cosa sia successo”.

PS 1- L’unico vero ostacolo che il nostro Edward ha incontrato sulla sua strada è stato al momento della  registrazione: dopo aver fallito con diversi browser ha scoperto che il sito funziona solo con alcuni. Questo nonostante le linee guida per la realizzazione dei siti web della PA raccomandino di verificarne il funzionamento su tutti i browser più diffusi.

PS 2 – La sera prima della pubblicazione abbiamo segnalato la falla a UnionCamere che è il titolare del servizio per consentirle di prendere le giuste contromisure ed evitare eventuali abusi.

L'articolo Privacy, gigantesca voragine nel portale delle imprese: chiunque può scaricare 6 milioni di dati personali – VIDEO proviene da Il Fatto Quotidiano.

Kategorije: Italija

Lo spread sfonda quota 200 in attesa del governo 

La Stampa - 2 uri 54 min ago
Lo spread Btp-Bund sfonda quota 200 punti base. Nei primi scambi il differenziale raggiunge un massimo intraday di 202,1 punti, poi rallenta e torna a 198,5 punti. Il tasso del decennale italiano sul mercato secondario si è attestato al 2,46%. Avvio positivo per le Borse europee nell’ultima seduta di scambi della settimana, ma fa eccezione Milano c...
Kategorije: Italija

Contadino rubava di notte attrezzi agricoli per rivenderli sul web

Il Gazzettino.it - 2 uri 58 min ago
MASON VICENTINO ? Aveva trovato una lucrosa attività notturna, però illegale, l?agricoltore V. M. di 38 anni che dalle denunce presentate ha colpito almeno quattro volte...
Kategorije: Italija
Syndicate content