Italija

Psa, Tavares: «4.100 euro di bonus 2019 per i dipendenti con salari più bassi»

Ilmessaggero.it - 1 ura 30 min ago
 PARIGI - Psa, dopo aver chiuso il 2019 con un utile netto da record, pagherà ai dipendenti con un salario più basso un bonus di 4.100 di euro. Lo ha annunciato il presidente del...
Kategorije: Italija

Coronavirus, il Pd contro Fontana per il video con la mascherina: “Inutile e dannoso, serve equilibrio”. Boccia: “Io non lo avrei fatto”

Il Fatto Quotidiano - 1 ura 38 min ago

Il ministro Francesco Boccia usa toni moderati: “Io non l’avei fatto”. I compagni di partito, invece, vanno a briglie sciolte: “Inutile e dannoso, serve equilibrio”. Il video e le foto del governatore lombardo Attilio Fontana con la mascherina, dopo la positività al coronavirus di una sua collaboratrice che lo costringerà a 12 giorni di auto-isolamento, irritano pezzi di governo e il Partito Democratico. Una scelta, dice il ministro per gli Affari Regionali, che “io non avrei fatto”. Boccia spiega a SkyTg24 che “io la mascherina non l’avrei messa, o meglio non avrei fatto la foto con la mascherina ma siamo alle scelte personali”.

L’aplomb istituzionale del membro del governo scompare nelle dichiarazioni dei suoi colleghi del Pd. “Era proprio necessario per il presidente Fontana farsi immortalare sui social con una mascherina alla bocca? Penso proprio di no”, dice l’ex segretario del Pd, Maurizio Martina. “In un momento come questo – aggiunge – le istituzioni devono dare un segno di equilibrio e compostezza e lavorare sodo con serietà, evitando di alimentare panico per non danneggiare ulteriormente i cittadini e il Paese. Purtroppo non mi pare che farsi fotografare in quel modo aiuti a tenere questo atteggiamento”.

Per Matteo Orfini, “la mascherina in diretta Facebook non serve a nulla esattamente come non serve metterla in aula alla Camera”. Il deputato del Pd aggiunge: “Tutti sappiamo che è così, anche chi la indossa. Un gesto inutile e dannoso per il messaggio che diffonde. Spiace che a farlo siano rappresentati delle istituzioni”. Duro anche l’eurodeputato e leader di Azione, Carlo Calenda: “Il governatore è un completo irresponsabile. La sua foto con la mascherina farà il giro del mondo. Confermerà l’idea di un Paese assediato e paralizzato dal coronavirus”.

Le immagini, in effetti, circolano anche su alcuni media esteri. El Paìs commenta: “L’immagine del capo della Regione in quarantena non aiuta il tentativo del governo di ridurre il livello di panico e dramma che circonda la diffusione del virus”. Il sistema economico, dice ancora l’ex ministro dello Sviluppo Economico, “stava già soffrendo per un inizio di recessione, oggi è ulteriormente e drammaticamente danneggiato dal modo scomposto con cui alcune Regioni stanno gestendo la crisi”. Il governatore, conclude, “deve avere consapevolezza degli effetti delle sue azioni, altrimenti meglio che cambi lavoro”.

Anche per l’ex ministro Danilo Toninelli “sono immagini che non aiutano perché spaventano ed espongono l’Italia al rischio di un isolamento economico che non ha alcuna giustificazione”. Il senatore del Movimento 5 Stelle sottolinea che “l’altro una mascherina non adatta perché priva di filtro”. Il “panico”, aggiunge, deve essere “assolutamente arginato, non alimentato in alcun modo”.

L'articolo Coronavirus, il Pd contro Fontana per il video con la mascherina: “Inutile e dannoso, serve equilibrio”. Boccia: “Io non lo avrei fatto” proviene da Il Fatto Quotidiano.

Kategorije: Italija

Coronavirus, De Masi: “Con il telelavoro la produttività aumenta. Ma il Italia il capo vuole i dipendenti a portata di mano: io la chiamo ‘sindrome di Clinton'”

Il Fatto Quotidiano - 1 ura 40 min ago

“In Italia noi lavoriamo il 20% in più della Germania, ciononostante produciamo il 20% in meno perché siamo male organizzati. Una di questa forme di disorganizzazione italiana è il non accettare il telelavoro“. A parlare così è il professor Domenico De Masi, intervenuto a Radio Cusano Campus durante la trasmissione L’Italia s’è desta, condotta dal direttore Gianluca Fabi insieme a Metteo Torrioli e Daniel Moretti.

Con le misure per evitare il contagio da Coronavirus, l’Italia ha scoperto lo smart working: “Fino a qualche tempo fa la maggioranza dei lavoratori erano operai che potevano lavorare solo in fabbrica – ha proseguito De Masi – Dopo man mano il lavoro si è spostato da fisico, che è stato delegato alle macchine e ai robot, a lavoro intellettuale. Oggi il 70% dei lavoratori lavora con le informazioni. Le informazioni si possono spostare rapidamente da una parte all’altra del mondo a costo quasi zero. Siccome milioni di lavoratori non fanno altro che andare in ufficio per mandare mail, fare telefonate. Tutto questo si può fare tranquillamente da casa, dalla spiaggia, dal bar. Il telelavoro viene fatto per obiettivo. Se un giornalista deve scrivere un articolo entro domani sera, l’importante è che lo scriva, che lo faccia in ufficio o a casa non interessa, al direttore interessa l’obiettivo”.

Secondo il sociologo però il nostro Paese non accetta ancora il telelavoro: “Da parte delle aziende italiane c’è una ritrosia nei confronti del telelavoro, non da parte dei sindacati. Col telelavoro la produttività aumenta. Il capo vuole i suoi dipendenti a portata di mano, io la chiamo sindrome di Clinton che voleva la stagista nella stanza accanto. Siamo in balia di manager impreparati ai quali fa spesso da pendant un numero impreparato di sindacalisti. E’ comico che le aziende si stiano accorgendo adesso che esiste il telelavoro”. Qualche parola infine sull’immagine che l’Italia ha all’estero in questo momento: “Siamo il terzo Paese al mondo per numero di contagi. Noi abbiamo fatto così con la Cina, adesso gli altri lo fanno con noi. E’ probabile che questo morbo scoppi anche altrove e a nostra volta faremo come loro”.

L'articolo Coronavirus, De Masi: “Con il telelavoro la produttività aumenta. Ma il Italia il capo vuole i dipendenti a portata di mano: io la chiamo ‘sindrome di Clinton'” proviene da Il Fatto Quotidiano.

Kategorije: Italija

In Arabia Saudita nasce il campionato di calcio femminile. Un evento, un punto di partenza

Il Fatto Quotidiano - 1 ura 44 min ago

di Matteo Maria Munno

Da persone poco gradite a protagoniste. In Arabia Saudita, paese che fino a due anni fa vietava l’accesso alle donne presso gli impianti sportivi, nasce un campionato di calcio femminile. Messa così può sembrare una suggestione, ma l’evento è stato già presentato qualche giorno fa.

La WFL, Women’s Football League, si giocherà tra Riyad, Gedda e Dammam, rispettivamente capitale del Paese, seconda città più popolata della zona e città/polo che sorge nell’area più ricca di petrolio saudita: in pratica un triangolo di denaro. In palio un montepremi (niente cotillon, per ora) di circa 130mila euro, con squadre che giocheranno dei preliminari per stabilire i campioni regionali prima di entrare nella fase a eliminazione diretta.

Questo evento, tra l’altro, servirà alla Federazione come punto di partenza per monitorare i propri talenti femminili dopo l’exploit del Mondiale femminile.

La competizione, secondo gli esperti di politica saudita, è figlia delle riforme volute dal principe Mohammed bin Salman, tutte rivolte alla Saudi Vision 2030, ossia un programma intenzionato a ridurre la dipendenza dell’Arabia Saudita dal petrolio attraverso una diversificazione dell’economia interna e lo sviluppo di settori pubblici.

Il calcio femminile arabo, tra l’altro, ha già dimostrato di avere carte in regola. Le Greens degli Emirati hanno ben figurato nel corso della Global Goals World Cup, evento che attraverso lo sport si pone l’obiettivo di promuovere buone pratiche per obiettivi studiati per migliorare la qualità di vita del proprio paese d’origine. Guess what? Le Greens giocavano per l’obiettivo “Life on land” dedicato alla biodiversità. Ma con quel nome una strizzata d’occhio ai diritti umani ci sta tutta…

L'articolo In Arabia Saudita nasce il campionato di calcio femminile. Un evento, un punto di partenza proviene da Il Fatto Quotidiano.

Kategorije: Italija

«La ’ndrangheta uccise papà, se mio marito  è legato ai clan io sarò  dalla parte dello Stato»

Corriere.it - 1 ura 46 min ago

«La ’ndrangheta uccise papà, se mio marito  è legato ai clan io sarò  dalla parte dello Stato»

La figlia del carabiniere ucciso nel 1994 a Reggio Calabria e moglie di un indagato arrestato per voto di scambio con le cosche: «Voglio la verità»

Kategorije: Italija

Al Cà Foncello di Treviso la prima positività bellunese: è un medico

Il Gazzettino.it - 1 ura 50 min ago
 BELLUNO - Coronavirus nel Bellunese. Non ha alcun sintomo ma l?esito del tampone a cui è stato sottoposto non ha lasciato dubbi: è positivo al coronavirus. Il medico di...
Kategorije: Italija

SPETTACOLO - TEATRO, AL "VINCENZO BELLINI" DI ADRANO AD APRILE IN SCENA "LA CASA DI BERNARDA ALBA" DI GARCIA LORCA PER LA REGIA DI MARIA ASSUNTA CALVISI E CON LA COMPAGNIA DELL'EFFIMERO MERAVIGLIOSO

CRONACAOGGI - 1 ura 50 min ago
CATANIA – La nota commedia di Giovanni Verga, “Mastro don Gesualdo”, interpretata da Enrico Guarneri e diretta da Guglielmo Ferro, sarà in tournée nel mese di Febbraio del 2016 in Sardegna, prima a Porto Torres, al Teatro Andrea Parodi che già ospita da tempo importanti manifestazioni teatrali e al .....
Kategorije: Italija

SPORT - RUGBY - SERIE B, NEL RECUPERO CON IL REGGIO CALABRIA L'AMATORI CATANIA SI IMPONE AL "PAOLONE" PER 30-11

CRONACAOGGI - 1 ura 50 min ago
CATANIA - Vince netamente oggi pomeriggio al "Benito Paolone" l'Amatori Catania che, nel recupero con il Reggio Calabria, nel girone 4-poule 2, si impone per 30-11 conquistando anche il punto di bonus ed attestandosi così, con 33 punti, al secondo posto ad una sola lunghezza dalla capolista Benevent.....
Kategorije: Italija

CULTURA - LIBRI, IL 16 GENNAIO SI PRESENTA A CATANIA "VIOLENZA DEGENERE" DI ROBERTA FUSCHI E PATRIZIA MALTESE

CRONACAOGGI - 1 ura 50 min ago
CATANIA - Sabato 16 Gennaio alle ore 19.00 sarà presentato il libro “Violenza Degenere” di Roberta Fuschi e Patrizia Maltese, al Circolo Città Futura (via Caronda, 147 - Catania). Modereranno l'incontro Graziella Priulla - Università degli studi di Catania Chiara Platania - Circolo Città Futura. Il .....
Kategorije: Italija

Vaticano, minaccia terroristica elevata: «Rinforzata la protezione al Papa e a San Pietro»

Ilmessaggero.it - 1 ura 50 min ago
Non cala la tensione per la minaccia terroristica. Dopo gli ultimi attacchi avvenuti in diversi paesi europei, tornano al centro dell'attenzione di intelligence e forze dell'ordine, il...
Kategorije: Italija

Troppo tardi?

Il Fatto Quotidiano - 1 ura 51 min ago

Troppo tardi? – da Il Fatto Quotidiano​
#coronavirusitalia #panico #coronaviriusitalia #CoronaVirusitaly #COVID19italia #conte #governo #fontana #epidemia #fumettiitaliani #vignetta #fumetto #smartworking #memeitaliani #memedivertenti #umorismo #satira #humor #natangelo

L'articolo Troppo tardi? proviene da Il Fatto Quotidiano.

Kategorije: Italija

Lift, l'alleanza hi tech per le imprese investirà 500 milioni nei prossimi cinque anni

La Stampa - 1 ura 51 min ago

TORINO. Liftt, «l'ascensore» hi-tech nato dall'alleanza pubblico-privato tra Politecnico di Torino e Compagnia di San Paolo per coniugare innovazione, impresa e finanza da azienda srl d ... [Continua a leggere sul sito.]

Kategorije: Italija

Parigi Fashion Week 3° giorno, cercasi protezione globale. Dell’Acqua lascia Rochas

La Stampa - 1 ura 55 min ago

Dall’inquinamento? Dal clima impazzito? Dalle catastrofi metereologiche? Dalla violenza dilagante specialmente contro le donne? Da cosa si protegge l’essere umano per il quale è pensata la m ... [Continua a leggere sul sito.]

Kategorije: Italija

Coronavirus in Italia, Ricciardi: «Uso sbagliato dei tamponi. Possibile che i casi positivi siano stati sovrastimati»

Corriere.it - 1 ura 55 min ago

 «Uso sbagliato dei tamponi. Possibile che i casi positivi siano stati sovrastimati»

Il consigliere del ministro Speranza: «Uso sbagliato dei tamponi, casi confermati sono meno numerosi». «Ho vissuto quattro epidemie, tutte si comportano allo stesso modo. Un virus respiratorio non si può fermare a meno di chiudere in blocco un continente»

Kategorije: Italija

Una Torino sexy e geniale dove essere se stessi: i Murazzi

La Stampa - 1 ura 55 min ago

TORINO. Di alcuni luoghi ci si innamora non tanto per le loro caratteristiche legate a canoni di bellezza ma soprattutto per come essi si legano al nostro vissuto.Continua a leggere sul sito.]

Kategorije: Italija

Salvini allo scoperto: governissimo "Disponibili ma senza Conte"

Affaritaliani.it - 1 ura 57 min ago
Salvini rompe gli indugi: "Disponibili a un governo istituzionale con un premier diverso". Continua il flirt con Renzi, il Pd prova a fermare la nascita del governissimo Segui su affaritaliani.it
Kategorije: Italija

Morta Lee Phillip Bell, addio alla creatrice della soap “Beautiful”: sua l’idea delle avventure di Ridge Forrester e Brooke Logan

Il Fatto Quotidiano - 1 ura 58 min ago

Aveva creato con il marito William J. Bell (1927-2005) due tra le soap opera più famose della storia della tv, “Febbre d’amore” e “Beautiful“: la giornalista e sceneggiatrice statunitense Lee Phillip Bell è morta martedì scorso nella sua casa di Beverly Hills, nella contea di Los Angeles, all’età di 91 anni. L’annuncio della scomparsa è stato dato dai suoi tre figli William James Bell, Bradley Phillip Bell e Lauralee Bell Martin con una dichiarazione: “E’ stata una moglie, una madre e una nonna amorevole e solidale. Graziosa e gentile, ha arricchito la vita di tutti coloro che l’hanno conosciuta. Ci mancherà moltissimo”. Nel 1973 Lee Philip aiutò il marito sceneggiatore William J. Bell a creare “Febbre d’amore“, da allora una delle più longeve soap. Dal loro lavoro di coppia nel 1987 fu lanciata un’altra soap di grande successo e tuttora in programmazione, “Beautiful“, con le avventure di Ridge Forrester e Brooke Logan sullo sfondo dell’ambiente dell’alta moda di Los Angeles.

Lee Phillip Bell è stata uno dei grandi nomi della tv americana, dove ha lavorato come giornalista, sceneggiatrice e produttrice. Per oltre 30 anni ha condotto il talk show “The Lee Phillip Show” sulla Cbs intervistando le più grandi star e anche i più grandi capi di stato, da Gerald Ford a Ronald Reagan. Nel suo salotto sono passati gli attori cinematografici Judy Garland, Clint Eastwood e Jerry Lewis; musicisti come i Rolling Stones e i Beatles; star della televisione e del palcoscenico come Lucille Ball, Jack Benny e Oprah Winfrey. Per la soap “Febbre d’amore” ottenne un Emmy Award nel 1975 ed è stata premiata alla carriera con il Lifetime Achievement Award del Daytime Emmy Award nel 2007.

L'articolo Morta Lee Phillip Bell, addio alla creatrice della soap “Beautiful”: sua l’idea delle avventure di Ridge Forrester e Brooke Logan proviene da Il Fatto Quotidiano.

Kategorije: Italija

Sarri: «In Italia in questa partita ci sarebbero stati due rigori per noi»

Corriere.it - 2 uri 40 sek ago

 «In Italia in questa partita ci sarebbero stati due rigori per noi»

Il tecnico bianconero dopo la sconfitta: «Penalty su Ronaldo e Dybala. In Europa è diverso»

Kategorije: Italija
Syndicate content