Italija

Riconosci le città italiane dallo spazio? Il quiz di Paolo Nespoli dalla Iss

Corriere.it - 2 uri 12 min ago

Riconosci le città italiane dallo spazio? Il quiz di Paolo Nespoli dalla Iss

Il test di geografia lanciato dall’astronauta italiano

Kategorije: Italija

Profugo in fuga dall'ex caserma Serena: «Là eravamo prigionieri»

Il Gazzettino.it - 2 uri 14 min ago
CONA (VENEZIA) «Cona is not good, but Serena is even worse». Insomma, parafrasando il detto, se Cona piange, Treviso non ride, anzi. Quei migranti in fuga erano pronti a morire pur di non...
Kategorije: Italija

I falsari veneti che spacciavano banconote fasulle in tutto il mondo

Il Gazzettino.it - 2 uri 14 min ago
PADOVA/ROVIGO - I Carabinieri, coordinati dalla Procura di Rovigo, hanno scoperto un'organizzazione radicata a cavallo tra le province di Padova e Rovigo, che attraverso la rete web sommersa...
Kategorije: Italija

PRIMA PAGINA - IL FREDDO FA MALE AI CELLULARI, NON LASCIATELO IN MACCHINA MA TENETELO IN TASCA, AL CALDO

CRONACAOGGI - 2 uri 14 min ago
ROMA - Il freddo fa male anche ai telefonini. Se la temperatura scende sotto lo zero il gelo può danneggiare i cristalli liquidi del visore. In questi giorni di abbassamento della temperatura consigliamo ai possessori di cellulare di non lasciarlo in macchina o all'aperto ma di tenerlo in tasca, al .....
Kategorije: Italija

SPORT - PALLANUOTO FEMMINILE/COPPA ITALIA, PRIMA FASE – RITORNO, L’EKIPE ORIZZONTE BATTE 11-9 MESSINA WATERPOLO

CRONACAOGGI - 2 uri 14 min ago
CATANIA - Vittoria preziosa per L’Ekipe Orizzonte, che vince il primo incontro del ritorno della prima fase di Coppa Italia, battendo 11-9 la Waterpolo Messina nel derby. Le rossazzurre hanno sconfitto le peloritane in un clima surreale, in un match disputato all’aperto, sotto la pioggia e con la te.....
Kategorije: Italija

APPUNTAMENTI - BANCHE ABI, DAL 20 AL 24 GENNAIO A CATANIA NUOVO INCONTRO PER LO SVILUPPO DEL TERRITORIO

CRONACAOGGI - 2 uri 14 min ago
CATANIA - Proseguono anche nel 2016 gli ‘Incontri Abi per lo sviluppo del territorio’: teatro del prossimo appuntamento sarà Catania, che ospiterà dal 20 al 24 gennaio la nuova tappa siciliana del viaggio attraverso l’Italia avviato dall’Associazione bancaria italiana nell’ottobre 2011. L’iniziativa.....
Kategorije: Italija

CATANIA NEWS - QUATTRO ARRESTI DELLA SQUADRA MOBILE DI CATANIA

CRONACAOGGI - 2 uri 14 min ago
CATANIA - Personale della Polizia di Stato ha arrestato Salvatore Cristaldi (cl.1974) destinatario di ordine di esecuzione per la carcerazione emesso in data 18.1.2016 dalla Procura Generale della Repubblica presso la Corte d’Appello di Catania, eseguito da personale della Squadra Mobile – Squadra C.....
Kategorije: Italija

L'INTERVISTA - MARCELLO PERRACCHIO, IN SCENA A MODICA E RAGUSA CON LA COMPAGNIA GODOT, PARLA DEL “SUO” VERGA IN "FANTASTICHERIA...MARE DI PROVVIDENZA"

CRONACAOGGI - 2 uri 14 min ago
RAGUSA – “Il mio è un amore viscerale per un grande autore come Giovanni Verga e sono ben felice di portare in scena, assieme agli attori e amici della Compagnia G.o.D.o.T. di Ragusa, una bellissima novella verghiana, rivisitata per l’occasione da Antonella Sturiale”. L’attore siciliano Marcello Per.....
Kategorije: Italija

SPORT - RUGBY-SERIE B, DUE SCONFITTE PER AMATORI E CUS CATANIA CON MESSINA E BENEVENTO, IL 31 GENNAIO APPUNTAMENTO CON LA SECONDA FASE

CRONACAOGGI - 2 uri 14 min ago
CATANIA – Chiusura amara per Amatori Catania e Cus Catania della prima fase, nel girone 4-poule 2, della serie B. Le due squadre etnee infatti sono state battute oggi rispettivamente da Amatori Messina allo “Sperone” e dalla capolista Benevento alla Cittadella Universitaria.
Dopo sei vittorie co.....
Kategorije: Italija

SPETTACOLO - TEATRO, ALLA SALA MAGMA DI CATANIA IN SCENA IL 9, 10, 16 E 17 GENNAIO "UNA STORIA COME TANTE" DI LUIGI FAVARA

CRONACAOGGI - 2 uri 14 min ago
CATANIA - Secondo appuntamento per un cartellone ricco di novità che si offre all'esigente pubblico etneo. E' quello della Sala Magma di Via Adua 3 a Catania, che da sabato 9 gennaio alle 21, con repliche domenica 10 alle 18 ed ancora sabato 16 dicembre alle 21 e domenica 17 alle 18, offre "Una stor.....
Kategorije: Italija

Pordenone, anziana in mora per un centesimo: «Paga o ti stacchiamo la corrente»

Ilmessaggero.it - 2 uri 14 min ago
Ha ricevuto un avviso di morosità, che la minacciava di pagare al più presto quanto dovuto, altrimenti le avrebbero staccato la corrente. Solo che era in debito di un centesimo....
Kategorije: Italija

Roma, l'appartamento va a fuoco, carabinieri salvano un'anziana e il comandante la ospita a casa sua

Ilmessaggero.it - 2 uri 14 min ago
Un incendio ha reso inagibile l'abitazione di una 80enne e nel weekend l'anziana è stata ospitata dal comandante dei carabinieri della stazione Aventino, dopo che i militari erano...
Kategorije: Italija

Torino, spara a un automobilista dopo un sorpasso azzardato: arrestata ex guardia giurata

Ilmessaggero.it - 2 uri 14 min ago
Ha sparato  a un automobilista dopo un sorpasso azzardato ma è stato individuato e arrestato dai carabinieri. Protagonista un 53 enne ex guardia giurata residente del torinese. A...
Kategorije: Italija

Bolletta luce da un centesimo ad anziana: «Paghi o stacchiamo»

Corriere.it - 2 uri 16 min ago

 «Paghi o stacchiamo»

L’azienda: «È una procedura standard, ma valuteremo visto che c’erano altre modalità di recupero della somma. Ci scusiamo in anticipo per gli inconvenienti che possono essere derivati da questa comunicazione»

Kategorije: Italija

Bari, madre fa arrestare il figlio latitante. Poi in una lettera spiega: “Odiami pure, volevo salvarti la vita”

Il Fatto Quotidiano - 2 uri 19 min ago

“Mentre ti circondavano io ti chiedevo perdono per quello che avevo fatto”. Lo ha fatto arrestare dai Carabinieri e poi gli ha scritto una lettera per spiegare il suo gesto. Il giovane, agli arresti domiciliari per spaccio di droga e latitante da tre mesi è stato arrestato il 31 ottobre quando la madre Daniela, 47 anni, ha avvisato i carabinieri che il figlio avrebbe accompagnato la compagna incinta all’ospedale. Il giovane, 24 anni, si trova adesso nel carcere di Trani, e dovrà rispondere delle accuse di rapina, furto, spaccio ed evasione.

“Carissimo figlio mio, l’altra mattina ho fatto qualcosa che una madre non vorrebbe e non dovrebbe mai fare: ho tradito la cieca fiducia“. Comincia così la missiva che la donna ha fatto pubblicare su un sito locale, coratolive.it. Una scelta che Daniela giudica “necessaria ed inevitabile” per evitare che la latitanza del figlio potesse terminare in modo peggiore. “Anni fa morì un tuo carissimo amico. Sua madre mi sussurrò ‘avrei preferito andare in carcere a fargli visita per tutta la vita, almeno avrei potuto vederlo, abbracciarlo e parlargli ancora. Tu sei fortunata!'”. Il ragazzo si trovava agli arresti domiciliari, prima di darsi alla latitanza. Una situazione che terrorizzava la donna: “Le notizie frammentarie che mi giungevano durante la tua assurda latitanza mi trafiggevano il cuore e, purtroppo, non avevo modo di poterti raggiungere, aiutarti a ragionare e a trasmetterti il malessere che stavo vivendo”. Tre mesi che Daniele vive con l’ansia di ricevere un messaggio, una chiamata, una notizia sulle condizioni del figlio: “Ero terrorizzata quando sul display compariva un numero a me sconosciuto che potesse annunciarmi una disgrazia, un fatale incidente, un tragico epilogo della tua vicenda”.

La donna viveva con angoscia le continue perquisizioni dei carabinieri nella sua abitazione o a casa degli amici del ragazzo: “Spesso leggevo nei loro occhi l’accanimento nei tuoi confronti, il loro desiderio morboso di prenderti come per aggiudicarsi un trofeo. Temevo che, se ti avessero trovato, un tuo innocuo movimento avrebbe potuto scatenare una loro reazione tragica e sproporzionata”. Una latitanza che si è conclusa la mattina del 31 ottobre: “All’ospedale avevi capito che qualcosa non andava. Forse leggevi l’angoscia nei miei movimenti, mi sentivo “Giuda” che tradì suo fratello”. Il ragazzo non ha opposto resistenza all’arresto: “Il comandante – continua la lettera – mi aveva dato la sua parola: nessuna violenza. Mentre ti circondavano io ti chiedevo perdono per quello che avevo fatto. Più volte hai ripetuto che mi avresti odiata per il resto della tua vita”. Una lettera che si chiude con una speranza: “Un giorno ammetterai che era ciò che volevi anche tu. Odiamo finché vorrai. Io, al contrario, continuerò ad amarti con la stessa intensità di sempre e anche di più”.

L'articolo Bari, madre fa arrestare il figlio latitante. Poi in una lettera spiega: “Odiami pure, volevo salvarti la vita” proviene da Il Fatto Quotidiano.

Kategorije: Italija

Cane e uomo, già amici fedeli 9000 anni fa (nel deserto saudita)

Corriere.it - 2 uri 34 min ago

Cane e uomo, già amici fedeli 9000 anni fa (nel deserto saudita)

La scoperta di incisioni rupestri conferma la relazione speciale che fin dalla preistoria  ci lega ai quattrozampe. Fin da allora stavano al guinzaglio e aiutavano nella caccia

Kategorije: Italija

Roma, sciopero dei taxi: strade bloccate e tensione con polizia. “Le regole non possono valere solo per noi”

Il Fatto Quotidiano - 2 uri 34 min ago

Protesta di oltre 500 tassisti a Roma, di fronte alla sede del ministero dei Trasporti in occasione dello sciopero nazionale del servizio taxi (la categoria protesta contro le proposte del governo di riforma della legge quadro). I tassisti, in presidio davanti al Ministero dei trasporti, hanno bloccato il traffico a Porta Pia.

L'articolo Roma, sciopero dei taxi: strade bloccate e tensione con polizia. “Le regole non possono valere solo per noi” proviene da Il Fatto Quotidiano.

Kategorije: Italija

Roma, 14enne muore per un aneurisma. “I medici le dicevano che era solo stress”

Il Fatto Quotidiano - 2 uri 37 min ago

Si era sentita male pochi minuti dopo essere entrata a scuola, nel liceo classico Orazio. Ed è stata trasportata all’ospedale Pertini di Roma. “Solo stress”, le avevano detto i medici del pronto soccorso, mentre la ragazza – che aveva perso sangue dalla bocca e dalle orecchie – era in uno stato di totale incoscienza su un lettino con una flebo attaccata al braccio, secondo quanto riporta La Stampa.

Si trattava invece di un aneurisma cerebrale. Così dopo un calvario di ore una 14enne, trasportata in un altro ospedale per essere sottoposta a un intervento chirurgico, è deceduta. Sulla dinamica dei fatti, accaduti lo scorso 6 novembre, la procura di Roma ha procede per omicidio colposo, al momento contro ignoti.

Dopo il malore, stando alla denuncia della famiglia che si è affidata all’avvocato Giuseppe Rombolà, “è stata subito chiamata l’ambulanza che in codice giallo ha trasportato la ragazza all’ospedale. Lì la raggiunge la madre. Mentre la ragazza viene tenuta in osservazione per circa due ore”. I medici, spiega l’avvocato, “dicono alla madre che è stress e solo dopo insistenze fanno una tac dalla quale emerge l’aneurisma”. Nonostante ciò – spiega ancora il legale – la ragazzina non viene sottoposta ad intervento ma trasportata al Bambino Gesù in ambulanza dove giunge “dopo un’ora in condizioni disperate e dopo un intervento chirurgico muore”.

L’indagine è stata avviata dal pm Giovanni Musarò, che ha disposto l’autopsia affidando il caso al pool che si occupa delle colpe professionali. Secondo l’avvocato “siamo in presenza di una tragedia che ha colpito una ragazza assolutamente sana fino a quel momento. Lotteremo perché vengano accertate tutte le responsabilità“. Sul cadavere della 14enne è stata disposta l’autopsia che dovrà chiarire se un intervento più rapido avrebbe potuto evitare il decesso.

L'articolo Roma, 14enne muore per un aneurisma. “I medici le dicevano che era solo stress” proviene da Il Fatto Quotidiano.

Kategorije: Italija

Germania, “progettavano attentato”: arrestati sei richiedenti asilo siriani

Il Fatto Quotidiano - 2 uri 44 min ago

“Preparavano un attentato al mercatino di Natale di Hessen“. Per questo motivo secondo i media locali sei richiedenti asilo siriani sono stati arrestati in diverse città della Germania nel corso di un maxi blitz antiterrorismoA quasi un anno dall’attentato del 19 dicembre scorso al mercato di Breitscheidplatz a Berlino dove morirono 12 persone, la polizia tedesca ha scoperto una cellula composta da sei persone, sospettate di collaborare con l’Isis e di preparare un attentato con armi o esplosivi. Il procuratore di Stato Christian Hartwig ha spiegato che l’organizzazione del piano non era ancora conclusa e che “non ci sono indicazioni né a favore né contro” l’ipotesi di colpire un mercato di Natale. Hartwig si è riferito a questa opzione come una “speculazione”, dichiarando alla testata Berliner Morgenpost che “al momento non ci sono indicazioni concrete né sull’obiettivo né sulla modalità di attuazione” dell’attacco che era in preparazione.

I sei fermati sono di età compresa fra 20 e 28 anni. Tutti erano registrati come richiedenti asilo: quattro di loro da dicembre del 2014, mentre gli altri da agosto e settembre del 2015. La procura non ha precisato se le richieste di asilo fossero state approvate o meno. Secondo Die Welt, i sei sarebbero arrivati nel Paese con identità false, spacciandosi per rifugiati in fuga dalla guerra. L’operazione antiterrorismo è stata dalla polizia del Land di Hessen, che ha schierato 500 agenti e ha perquisito otto abitazioni nelle città di Kassel, Hannover, Essen e Lipsia. Sempre secondo Die Welt, nelle perquisizioni sono stati sequestrati cellulari, computer portatili e documenti. Gli investigatori sarebbero stati messi sulle tracce della cellula tramite le indicazioni di altri rifugiati.

L'articolo Germania, “progettavano attentato”: arrestati sei richiedenti asilo siriani proviene da Il Fatto Quotidiano.

Kategorije: Italija

APPUNTAMENTI - AL LEONARDO DA VINCI DI CATANIA IL MEMORIAL “ARTURO VOLCAN”, UNA GRANDE FESTA DI SPORT

CRONACAOGGI - 2 uri 44 min ago
CATANIA - Una mattinata di sport. Di basket e di sano divertimento. Tutti in campo per ricordare Arturo Volcan, indimenticato istruttore di minibasket scomparso nel 2007. Il Memorial “Arturo Volcan” anche quest’anno ha fatto centro. La kermesse, giunta alla IX edizione, è stata organizzata dalla Pol.....
Kategorije: Italija
Syndicate content