Il Fatto Quotidiano

Syndicate content Il Fatto Quotidiano
News, inchieste e blog su politica, cronaca, giustizia, economia
Updated: 8 min 15 sek od tega

Zona rossa Alzano e Nembro: la ricostruzione del premier Conte sulle decisioni del governo – Video

54 min 43 sek ago

Prima una riunione del Comitato tecnico scientifico, il 3 marzo, in cui gli esperti avanzavano l’ipotesi di una “zona rossa” per i comuni di Alzano e Nembro, in Val Seriana. Poi la richiesta del Cts arrivata sul tavolo del premier Giuseppe Conte il 5 marzo. Quindi ulteriori valutazioni, di concerto con l’esecutivo e, soprattutto con il ministro della Salute, Roberto Speranza, e il dubbio se, vista la rapida evoluzione dei contagi in Lombardia “avesse senso” chiudere solo Alzano e Nembro, o se fosse “il caso di pensare a misure più radicali”. Poi un’altra riunione degli esperti e infine la decisione, il 7 marzo, di sigillare tutta la regione guidata da Attilio Fontana e altre 14 province. Il premier Conte durante la conferenza stampa per annunciare il nuovo decreto Agosto ripercorre le tappe della vicenda che sta facendo discutere in queste ore, quelle appunto riferite alla mancata istituzione della zona rossa nei comuni della Val Seriana: ecco la ricostruzione del presidente del Consiglio.

L'articolo Zona rossa Alzano e Nembro: la ricostruzione del premier Conte sulle decisioni del governo – Video proviene da Il Fatto Quotidiano.

Kategorije: Italija

Alzano e Nembro, Conte: “Il verbale del Cts del 3 marzo? Ne sono venuto a conoscenza il 5. Dopo il confronto valutate misure più severe”

57 min 21 sek ago

“Del verbale del 3 marzo del comitato tecnico scientifico io ne sono venuto a conoscenza il 5“. E, dopo un’ulteriore valutazione, fu il Cts tra il 6 e il 7 marzo a “convincersi” che servisse chiudere l’intera Lombardia. Il presidente del Consiglio Giuseppe Conte, in conferenza stampa, ricostruisce la cronologia degli eventi dei giorni più controversi della pandemia, rispondendo alle domande dei giornalisti riguardo il contenuto del documento diffuso poche ore prima su Alzano e Nembro. “Non posso riferire cosa ho detto agli inquirenti“, ha aggiunto, riportando solo fatti già riferiti alla stampa. In quel verbale, il Cts raccomandava al governo di istituire una zona rossa anche nella Bassa Valseriana, esattamente come già fatto nei dieci comuni del Lodigiano e a Vo’ Euganeo.

In un’intervista a Maddalena Oliva, a Il Fatto Quotidiano, Conte aveva già detto: “La sera del 3 marzo il Comitato tecnico scientifico propone per la prima volta la possibilità di una nuova zona rossa per i comuni di Alzano Lombardo e Nembro”. E lo ribadisce in conferenza stampa, dopo una giornata di attacchi, con la Lega che ne chiede le dimissioni. Conte prova a fermare le polemiche ripercorrendo meticolosamente le tappe: “Io vengo a conoscenza del verbale il giorno 5 e quel giorno fermandomi con i ministri a margine del Cdm valutiamo la possibilità di una zona rossa. A quel punto valutiamo l’opportunità di una consultazione con il Cts. Lo chiede il ministro della Salute a Brusaferro che la sera del 5 elabora un parere e a notte inoltrata lo manda anche a me – aggiunge – ci confrontiamo io e il ministro e lui il giorno dopo era a Bruxelles. Gli anticipo che sarei stato io al Cts il giorno dopo”.

In quelle ore, i numeri dei casi della Bergamasca crescono rapidamente e preoccupano gli scienziati. Intanto, nella notte tra il 4 e il 5 di marzo, carabinieri, finanzieri e militari sono pronti a cinturare i due comuni. “Avevamo predisposto la zona rossa ma avevamo un dubbio: con una situazione compromessa che senso ha istituire la zona rossa solo per due comuni? Con me alla Protezione civile c’era anche il segretario generale della presidenza del Consiglio. Da quel dialogo parte un supplemento di riflessione del Cts, che la mattina del 6 dispone dei dati aggiornati del 5. A quel punto li lascio liberi di valutare: loro si convincono che sia necessario adottare misure più restrittive”.

Dalla desecretazione dei verbali del comitato tecnico scientifico – resi pubblici sul sito della Fondazione Einaudi – è emerso come al 7 marzo gli scienziati avessero raccomandato “misure rigorose” solo per una intera Regione, la Lombardia, e 11 province. Definendo però misure meno stringenti per il resto d’Italia. “Il parere del Cts è del 7 e in poche ore ci confrontiamo con i ministri e gli enti locali – prosegue Conte – tra le due e le tre di notte io firmo il nuovo Dpcm con misure più radicali“.

L’8 marzo arriva il primo dpcm nel quale si chiude la regione Lombardia e 14 province: alle 11 indicate dal comitato (che chiedeva “misure rigorose”) si aggiungono Novara, Verbano Cusio Ossola e Vercelli. Dopo due giorni, con la “fuga” in treno verso sud, l’aumento dei contagi, il governo decide che quelle misure devono essere applicate in tutta Italia: ed è il lockdown.

L'articolo Alzano e Nembro, Conte: “Il verbale del Cts del 3 marzo? Ne sono venuto a conoscenza il 5. Dopo il confronto valutate misure più severe” proviene da Il Fatto Quotidiano.

Kategorije: Italija

In Edicola sul Fatto Quotidiano del 8 Agosto: 2 documenti-verità. L’ordinanza con cui poteva chiudere Lodi e Alzano

1 ura 17 min ago
Zone rosse: il documento che inguaia fontana

La comunicazione del Comitato tecnico scientifico al governo sulla necessità di istituire zone rosse nella Bergamasca arrivò il 3 marzo. Già fuori tempo massimo. In quelle ore, il virus era ormai tracimato. Ma, per fare chiarezza, ancora una volta bisogna riavvolgere il nastro degli eventi. E tornare al 23 febbraio, due giorni dopo la scoperta […]

di Il Comitato tecnico-cazzaro di

Non capivo perché il governo avesse secretato i verbali del Comitato Tecnico Scientifico sul Covid. Chi non ha nulla da nascondere non ha motivo di imporre il top secret. Poi ho letto i giornali sui primi cinque verbali (più gli stralci di un sesto) desecretati, che confermano solo fatti stranoti ma vengono spacciati per inediti […]

Il documento Fontana, appalto-bis dei camici del cognato per il Pio Trivulzio

Affidamento per 6.600 pezzi: 48mila euro

di Ecco il terzo decreto Arriva il dl Agosto: Cig, sussidi, sgravi e il regalo ai balneari

Il nuovo testo anti-crisi vale 25 miliardi

di L’intervista – Alessandra Ghisleri “La crisi di Salvini è seria ed è cominciata un anno fa”

“Il trend è quello: Matteo Salvini cala e Giorgia Meloni cresce. Ma non ho la sfera di cristallo, non so se ci sarà il sorpasso. Quel che posso dire, però, è che un leghista su tre (il 32,5%) considera la crisi del Carroccio molto seria e destinata a continuare”. Alessandra Ghisleri, direttrice di Euromedia Research, […]

di Nuove star C’è chi va al mare e chi studia la peste: le vacanze da vip dei virologi italiani

L’estate del covid – Alcuni restano a casa, altri in spiaggia. E qualcuno fa campagna elettorale

di Il sindaco di Genova Ponte, a Bucci compenso di 100mila euro Due anni fa promise: “Tranquilli, rinuncio”

“La mia intenzione è di rinunciare ai 200mila euro previsti per l’incarico”. Lo diceva a ottobre 2018 il sindaco di Genova Marco Bucci, all’indomani della nomina a commissario straordinario per la ricostruzione del ponte Morandi. E invece per il primo anno da commissario Bucci ha ricevuto 100mila euro, di cui una metà di compenso fisso […]

di Clima Noi, i “medici” dei ghiacciai in viaggio al termine delle Alpi

Il Planpincieux si sta sciogliendo come tutti gli altri

di Il racconto La “Crapa pelada” del duce e la Peppa che amò Caravaggio

Storia della filastrocca che arriva alla serie tv

di Regionali Matteo imbarca anche la Capuozzo di Quarto

“Cosa insegna la vicenda Quarto? Che bisogna scegliere molto bene: la fedina penale a volte non serve”. E ancora: “Mi spiace per i cittadini di Quarto e della Campania, mi spiace che i 5stelle parlino di onestà e poi abbiano problemi di camorra”. Gennaio 2016. Il leader della Lega Matteo Salvini, in piena onda anti-M5S, […]

di Pisa Il leader e Ceccardi inaugurano la pista col buco in mezzo

Ciclabile – L’opera deviata per il ristorante di simpatizzanti leghisti

di L’inchiesta “Piantedosi voleva l’Aisi e lo chiese a noi renziani”

Di ieri prefetto di Roma – L’ex capo di gabinetto di Salvini, secondo Bacci, amico dell’ex premier, avrebbe domandato aiuto per dirigere i Servizi: lui smentisce

di Lo studio Ecco perché vanno vietati i licenziamenti nel 2020

Metà delle aziende si riprenderà solo nel 2021

di Maggioranza – A ciascuno il suo – Consiglio dei ministri Conte media tra i litigi giallorosa, il provvedimento passa “salvo intese”

Convivono per forza, e non hanno imparato a piacersi. Così i giallorosa lo rifanno. Dopo una serie di rinvii, ieri sera il Consiglio dei ministri approva il decreto Agosto da 25 miliardi, ma con la formula del liberi tutti, “salvo intese”. E l’aggettivo con cui provano a edulcorare tutto, “tecniche”, non cancella l’immagine della fatica […]

di Il report Inail A luglio i contagi al lavoro salgono anche nei settori ritenuti “sicuri”

Il Covid-19 continua a circolare nei luoghi di lavoro e a crescere soprattutto – da quando sono ripartiti – nei settori diversi dalla sanità. Al 31 luglio, dice l’Inail nel suo ultimo rapporto, i morti a causa del contagio avvenuto durante il lavoro sono arrivati a 276, mentre il totale delle infezioni ha raggiunto quota […]

di Ro. Ro. Libano La notte “francese” di Beirut. E al mattino si parla di un missile

Nella notte di Beirut alle esalazioni pericolose di nitrato d’ammonio che ancora si levano dalla zona del porto, alla polvere delle centinaia di palazzi svaniti nella gigantesca esplosione di martedì, all’odore pungente delle plastiche bruciate, si sono sommate quelle dei gas lacrimogeni sparati dalla polizia per tenere il più lontano possibile la rabbia della gente […]

di Chicago morning star – Ucraina Il giornale fantasma registrato in Illinois, che fa scoop veri sugli oligarchi a Kiev

L’Illinois è lontano da Kiev, ma è stato il Chicago Morning Star a diffondere per primo il report dell’agenzia investigativa Kroll: l’indagine accerta che, con un complicato e fraudolento schema bancario, il miliardario Igor Kolomoisky e due suoi soci in affari, Ihor e Hryhoriy Surkis, hanno sottratto illegalmente 361 milioni di dollari alla Privat Bank […]

di Michela A. G. Iaccarino Il colloquio “Hezbollah è solo un peso. Il governo se ne libererà”

Dopo l’esplosione – Il politologo Kiwan: “È di ostacolo agli aiuti”

di Polemiche La cultura s’è fatta populismo

Non confondiamo i “grandi” col pop. E Mogol si crede Dante

di Patrizia Valduga Addio rimorchio Guida megagalattica per (ex) autostoppisti

Con il Covid, la poca mobilità e i divieti di assembramento in auto, chiedere un passaggio è quasi impossibile: i viaggi “on the road” sono ormai un ricordo

di

L'articolo In Edicola sul Fatto Quotidiano del 8 Agosto: 2 documenti-verità. L’ordinanza con cui poteva chiudere Lodi e Alzano proviene da Il Fatto Quotidiano.

Kategorije: Italija

Juve lenta, senza idee, senza rabbia: batte il Lione, ma è fuori dalla Champions League. Il solo Ronaldo prova a trascinarla ma non basta

Pet, 07/08/2020 - 23:47

Qualcuno dirà che la Juventus è uscita dalla Champions League per colpa di un rigore praticamente inventato. Ed in effetti è quel penalty assegnato dall’arbitro nella sua serata grottesca, il cucchiaio di Depay dal dischetto, a fare la differenza nella doppia sfida a distanza di lockdown e nel 2-1 finale, che dopo l’1-0 dell’andata premia i francesi per la regola dei gol in trasferta, davvero assurda in tempi post Covid. Ma sarebbe sbagliato prendersela col caso, o dare le colpe allo sciagurato direttore di gara Zwayer, che per altro ha ampiamente compensato nel corso della partita con un altro rigore altrettanto ridicolo. Ad essere mancata nella serata più importante è la Juventus, da Sarri che adesso il popolo bianconero esigerà come sacrificio sull’altare dell’ennesima delusione europea ai giocatori. La Juventus tutta, tranne Cristiano Ronaldo, che ancora una volta ha provato a trascinarla da solo, col suo carisma, i suoi colpi, la sua doppietta. Ma per il secondo anno di fila Cristiano Ronaldo da solo non basta.

I bianconeri di Sarri, lenti, prevedibili come non mai, non sono riusciti a battere – anzi, a battere sì, ma non ad eliminare – una squadra di metà classifica francese, che nella Ligue 1 mai finita per il Coronavirus è arrivata settima, fuori dalle coppe, e ha giocato una sola gara ufficiale negli ultimi 5 mesi. In campo tutta questa differenza si è vista, ma neanche è troppo. Rudi Garcia, vecchia conoscenza della nostra Serie A, con un’onesta consapevolezza dei propri mezzi, e dei propri limiti, ha replicato l’ottima prestazione dell’andata, dimostrando che i balbettii bianconeri non erano stati un caso. Poi certo, nulla sarebbe stato uguale senza l’irreprensibile Zwayer.

È lui che dopo dieci minuti cambia la partita ancora prima che sia cominciata: fischia e conferma senza neppure andare al Var un rigore che pesa un macigno per una scivolata improvvida in mezzo all’area di Bentancur, che però prende nettamente la palla. Forse viene punito un impercettibile sgambetto di Bernardeschi, in ogni caso l’arbitro non ha nemmeno un dubbio, e invece dovrebbe averlo. Nemmeno Depay dal dischetto, che beffa Szczesny col cucchiaio.

Dopo lo 0-1 è tutto diverso. Quella che era una rimonta difficile ma ampiamente alla portata dei bianconeri, diventa quasi un’impresa. La Juve ha bisogno di tre gol. Uno potrebbe farlo subito con Bernardeschi, che però dopo una magia sulla linea di fondo si addormenta dopo aver dribblato anche il portiere. Ma ci pensa sempre Zwayer a influenzare ancora le sorti del match, con un altro rigore per un colpo di braccio perfettamente attaccato al corpo da parte di Depay.

Pari e patta sui torti arbitrali, ma due errori non fanno una cosa giusta, perché il gol in trasferta dei francesi vale doppio (come si vedrà alla fine). Il copione non cambia, Pjanic procede a ritmi da ex calciatore (anzi, ex bianconero), Higuain non tocca palla, Dybala resta in panchina per l’infortunio e quando entra è costretto subito ad uscire. Senza alternative, e senza gioco, pensa Ronaldo, sempre Ronaldo. Dal nulla, con un tiro da trenta metri di sinistro che si infila all’incrocio piegando le mani del portiere, soprattutto minando le certezze del Lione.

Sul 2-1 la qualificazione è di nuovo alla portata, a un piccolo gol di distanza da segnare a un piccolo avversario. Ma il problema è che la Juve non c’è mai: né quando doveva reagire furiosa ad un torto arbitrale, né quando un regalo l’aveva agevolata, e nemmeno quando il suo campione più pagato l’aveva condotta per mano come un bambino fino a un passo dal traguardo. Niente, non un tiro, non una reazione, non un’idea di come vincere questa strana Champions d’agosto che di Champions ha solo il nome. Il Lione di Garcia soffre, ma passa tutto sommato meritatamente in un ottavo di finale in cui tutti lo davano per spacciato. Sarri si sbraccia, sbraita in inglese maccheronico contro il quarto uomo, suda in panchina. Fino al fischio finale, inutilmente. Forse anche lui adesso ha un po’ paura.

Twitter: @lVendemiale

L'articolo Juve lenta, senza idee, senza rabbia: batte il Lione, ma è fuori dalla Champions League. Il solo Ronaldo prova a trascinarla ma non basta proviene da Il Fatto Quotidiano.

Kategorije: Italija

Coronavirus, Conte: “In Italia tasso contagi tra i più bassi in Europa. Stiamo facendo bene, ma proseguire con comportamento responsabile”

Pet, 07/08/2020 - 23:45

“Siamo in sostanziale stabilità della curva epidemiologica con lievi segnali di ripresa dei contagi. Stiamo facendo bene, anche meglio se compariamo ai paesi direttamente confinanti, dove la curva è tornata a risalire”, così il premier Giuseppe Conte, prima di annunciare la proroga delle “misure precauzionali minime”, durante la conferenza stampa in cui annuncia il via libera al decreto Agosto. Nel parlare del coronavirus, il presidente del Consiglio sottolinea che “siamo stati il primo paese occidentale colpito dal virus” ma che “siamo usciti dalla fase più acuta prima degli altri”. E soprattutto loda gli italiani oggi: “Il tasso dell’Italia per contagi è tra i più bassi dell’Unione europea, come risulta dagli ultimi dati. L’Italia riceve attestati da tutto il mondo ma è merito di voi cittadini perché è col vostro comportamento responsabile che stiamo ottenendo risultati”. E chiede un ulteriore sforzo ai cittadini: “Dobbiamo proseguire, quindi nel nuovo dpcm troverete la proroga delle ‘misure precauzionali minime'” già ora in vigore. Il riferimento è, per esempio, alle misure di distanziamento e all’utilizzo della mascherina.

L'articolo Coronavirus, Conte: “In Italia tasso contagi tra i più bassi in Europa. Stiamo facendo bene, ma proseguire con comportamento responsabile” proviene da Il Fatto Quotidiano.

Kategorije: Italija

Dal “premio” per i pagamenti elettronici agli sgravi contributivi per chi richiama i lavoratori da Cig. Conte: “Ecco tutte le misure del dl Agosto”

Pet, 07/08/2020 - 23:31

Dal rinvio delle versamento del saldo delle tasse per le partite Iva, all’esonero dal pagamento della tassa del suolo pubblico per tutto il 2020, fino alla proroga della moratoria per prestiti e mutui fino a tutto il 31 gennaio 2021. Ma anche un prolungamento di 18 settimane di cassa integrazione e un nuovo intervento: 4 mesi di sgravi contributivi al 100% per chi richiama al lavoro i dipendenti. Per arrivare alla “fiscalità di vantaggio” per le aziende del Sud. Sono alcune delle misure previste dal decreto Agosto illustrate dal premier Giuseppe Conte durante la conferenza stampa al termine della riunione del Consiglio dei ministri. Ecco tutte le misure.

L'articolo Dal “premio” per i pagamenti elettronici agli sgravi contributivi per chi richiama i lavoratori da Cig. Conte: “Ecco tutte le misure del dl Agosto” proviene da Il Fatto Quotidiano.

Kategorije: Italija

Coronavirus, l’appello ai giovani di Conte: “Non dobbiamo vanificare sforzi. Capisco voglia di movida, ma bisogna essere attenti e intelligenti”

Pet, 07/08/2020 - 23:03

Dopo le ultime notizie sull’aumento dei contagi soprattutto tra i giovani, il premier Giuseppe Conte lancia un appello proprio a ragazzi e ragazze. “Non vogliamo nuove restrizioni, anzi abbiamo previsto altre ripartenze”, fa sapere il presidente del Consiglio durante la conferenza stampa al termine del Consiglio dei ministri in cui annuncia il via libera al Decreto agosto. Ma sottolinea: “Bisogna essere attenti, accorti, intelligenti. Non dobbiamo tornare indietro e vanificare gli sforzi – specifica – Capisco che questo è il periodo più caldo dell’anno, capisco i giovani che hanno desiderio di movide ma bisogna muoversi in modo responsabile. Al di là della nostra salute, dobbiamo occuparci della salute dei nostri cari”.

L'articolo Coronavirus, l’appello ai giovani di Conte: “Non dobbiamo vanificare sforzi. Capisco voglia di movida, ma bisogna essere attenti e intelligenti” proviene da Il Fatto Quotidiano.

Kategorije: Italija

Fiere, crociere, obbligo di mascherina: cosa cambia con il nuovo dpcm. Conte: “Curva dei contagi stabile: stiamo facendo bene”

Pet, 07/08/2020 - 22:50

Resta l’obbligo delle mascherine al chiuso e del distanziamento interpersonale, ma dal 15 agosto potranno ripartire le crociere, e da settembre le fiere. Queste sono le principali novità contenute nel nuovo dpcm, il decreto del presidente del presidente del consiglio dei ministri, in vigore dal 10 agosto, che proroga le misure di sicurezza fino al 7 settembre. “Sono regole minime“, ha commentato il presidente del Consiglio Giuseppe Conte, presentando il nuovo decreto in conferenza stampa al termine del consiglio dei ministri.

Non vogliamo nuove restrizioni“, aggiunge Conte. Al contrario, dice, nel nuovo dpcm “sono previste nuove riprese, per una ripartenza con intelligenza e senso di responsabilità”. Dal 15 agosto potranno riprendere il largo le navi da crociera. Riprendono anche le fiere: gli allestimenti potranno iniziate subito, con apertura al pubblico dal 1 settembre.

Contemporaneamente però restano in vigore le misure di precauzione a cui siamo abituati: evitare baci e abbracci tra persone non conviventi, niente assembramenti, frequenti lavaggi della mani e mascherine. Non deve uscire di casa chi ha una temperatura superiore ai 37,5 gradi e bisogna ancora prestare la massima attenzione ai sintomi respiratori. “Non dobbiamo tornare indietro e vanificare gli sforzi – ha detto il premier rivolgendosi soprattutto ai ragazzi – Capisco i giovani che hanno desiderio di movida, ma bisogna muoversi in modo responsabile. In gioco c’è la salute dei vostri cari”. L’età media dei contagi infatti è drasticamente calata e diversi casi sono legati a chi torna da vacanze o viaggi con gli amici.

“Siamo in sostanziale stabilità della curva epidemiologica – ha aggiunto Conte – con lievi segnali di ripresa dei contagi. Stiamo facendo bene, anche meglio di altri Paesi. Siamo stati il primo paese occidentale colpito dal virus ma siamo usciti dalla crisi più acuta prima degli altri. Il tasso dell’Italia per contagi è tra i più bassi dell’Unione europea. Riceviamo attestati da tutto il mondo ma è merito di voi cittadini, perché è col vostro comportamento responsabile che otteniamo risultati”.

L'articolo Fiere, crociere, obbligo di mascherina: cosa cambia con il nuovo dpcm. Conte: “Curva dei contagi stabile: stiamo facendo bene” proviene da Il Fatto Quotidiano.

Kategorije: Italija

Ok a decreto Agosto, Conte: “Risorse per 100 miliardi”. Bonus a pagamenti elettronici, più soldi per invalidità, decontribuzione del 30% per chi lavora al Sud. Via libera anche alla riforma del Csm

Pet, 07/08/2020 - 22:33

“Con queste misure arriviamo a interventi per l’economia per un totale di 100 miliardi di euro. Tuteliamo l’occupazione, sosteniamo i lavoratori, le imprese, alleggeriamo le scadenze fiscali, aiutiamo le Regioni e il Sud”. Esordisce così il premier Giuseppe Conte per spiegare i contenuti del decreto Agosto approvato “salvo intese” tecniche dal Consiglio dei ministri. Una riunione attesa in mattinata, poi slittata al tardo pomeriggio e durata oltre quattro ore, a testimonianza di quanto fosse decisiva la posta in gioco per la maggioranza. Nel corso della conferenza stampa il presidente snocciola tutte le misure prese dal governo per rilanciare il Paese. Proroga della Cassa integrazione, stop ai licenziamenti fino a novembre, rateizzazione delle tasse per gli autonomi. Tra le novità c’è poi un provvedimento che Conte definisce “storico” e che pone le basi per la “reindustrializzazione” del Sud: dal 1 ottobre tutte le aziende del Mezzogiorno godranno di una “decontribuzione del 30% per tutti i lavoratori, non solo i neoassunti”. Spazio anche a una delle battaglie più cara al premier, quella contro l’evasione fiscale. “Premiamo cittadini che potranno recuperare parte di quanto spendono con pagamenti elettronici e potranno usufruire di un bonus fino a 2mila euro all’anno”, spiega, confermando l’anticipo a dicembre dello strumento del cashback. Il Consiglio dei ministri ha approvato anche la riforma del Consiglio superiore della magistratura e sono state concordate le misure del nuovo Dpcm sul coronavirus che sarà in vigore fino al 7 settembre. A questo proposito, Conte manda un monito ai giovani: “Oggi il nostro tasso dei contagi è tra i più bassi dell’Ue”, dice, nonostante il lieve rialzo degli ultimi giorni. “Capisco i giovani che hanno il desiderio di divertirsi, di movida. Però attenzione, bisogna farlo in modo responsabile”.

I contenuti del decreto Agosto – L’intero pacchetto di misure è stato finanziato con un ulteriore scostamento di bilancio da 25 miliardi, autorizzato nelle settimane scorse da Camera e Senato. A cui Conte manda il suo ringraziamento: “Il decreto è stato possibile anche grazie alla collaborazione del Parlamento. Sono convinto che deputati e senatori potranno migliorare ancora il testo approvato”. Per quanto riguarda il lavoro, la spesa totale ammonta a 12 miliardi: c’è il rinvio del saldo delle tasse per le partite Iva ad aprile 2021 (con la rateizzazione spalmata in 24 mesi), la proroga della Cassa integrazione per altre 18 settimane, ma anche 4 mesi di sgravi contributivi al 100% per chi reintegra i lavoratori. In materia di licenziamenti è confermato l’accordo trapelato nelle scorse ore: prorogato il blocco a novembre per tutti e fino a fine anno per chi usufruisce della Cig. “Esoneriamo gli esercenti dal pagamento della Tosap (la tassa per l’occupazione di suolo pubblico) per tutto il 2020 e prevediamo l’abolizione della seconda rata Imu per teatri, alberghi e cinema”, chiarisce Conte. Prorogata la moratoria per prestiti e mutui fino a fine gennaio 2021.

Poi la novità: “Introduciamo contributi a fondo perduto, in relazione alle perdite di fatturato, per gli esercenti dei centri storici di 29 città vocate al turismo internazionale (individuate sulla base dei turisti stranieri che ospitano abitualmente rispetto ai residenti, ndr)”, annuncia il premier. Soldi in arrivo anche per la filiera dell’automotive (500 milioni), per il fondo delle crisi d’impresa e soprattutto per gli invalidi civili. “Anche questo è un passaggio storico“, chiarisce il presidente del Consiglio, citando la recente sentenza della Corte costituzionale secondo cui le pensioni di invalidità sono troppo basse. “Aumentiamo le pensioni agli invalidi civili al 100% a partire già dai 18 anni, così come agli inabili, ai sordi e ai ciechi civili assoluti titolari di pensione. Si passa dai circa 285 euro attuali fino a 648 euro al mese per tredici mensilità”. Per quanto riguarda il cashback, invece, il premier spiega che “la misura era già prevista nella scorsa manovra. Non l’abbiamo realizzata per la pandemia”. Ma ora il governo decide di scommetterci e stanzia nuove risorse con l’obiettivo di “abbassare le tasse” a fronte di una sperata riduzione dell’evasione fiscale.

Gualtieri: “Misure strutturali. Dati promuovono lavoro del governo” – Per spiegarne il funzionamento interviene il ministro dell’Economia Roberto Gualtieri: “Il meccanismo è a punti, non di sconto, che sarà definito nel dettaglio a breve: consente di cumulare il vantaggio di un certo numero di transazioni per avere poi indietro risorse che possono variare, evitando un elemento redistributivo regressivo. Poi ci sarà un cashback in tranche semestrali, prima delle vacanze estive e poi alla fine dell’anno successivo”. La strada intrapresa dal governo, aggiunge il titolare di via XX Settembre, è quella di dare “un supporto più deciso alla crescita e alla ripartenza dell’economia, all’occupazione, anche con una maggiore selettività. I dati anche più recenti – spiega – ci dicono che il lavoro che abbiamo svolto, a partire naturalmente dall’efficace azione di contenimento della pandemia, ci ha consentito di ripartire in sicurezza”. Parole condivise anche da Conte, secondo cui gli ultimi dati Istat certificano che la ripresa dei consumi a giugno c’è stata. Ed è accaduto anche grazie “alle misure perseguite fin qui dal governo”. Nel decreto trovano posto poi 3 miliardi per il settore del turismo e 600 milioni per la ristorazione. “Una filiera che ha pagato un prezzo altissimo con un calo di fatturato del 60%: dobbiamo sostenere questa filiera di 180mila imprese e dare una risposta all’agroalimentare”, commenta la ministra dell’Agricoltura Teresa Bellanova parlando dei fondi appena stanziati. La titolare del Lavoro Nunzia Catalfo, invece, sottolinea l’intervento per i 1.500 lavoratori di Air Italy.

Csm, Bonafede: “Stop a degenerazione correnti” – “Sono molto orgoglioso di questa riforma, molto importante per il buon funzionamento del Csm”, dichiara il ministro Alfonso Bonafede prima di annunciare i contenuti del provvedimento. “Voglio chiarire che l’obiettivo è scardinare quanto più possibile il sistema creato con le degenerazioni del correntismo“. Una risposta da parte del governo allo “scandalo delle nomine” esploso a maggio dell’anno scorso con l’inchiesta di Perugia sull’ex consigliere del Csm ed ex presidente dell’Anm Luca Palamara che ha trascinato con sé una parte di Palazzo dei Marescialli. Confermate tutte le anticipazioni della vigilia: elezione dei togati con sistema maggioritario a doppio turno in 19 collegi, sorteggio se mancano candidati. Stop ai membri laici se appena usciti da incarichi di governo, sì alle quote rosa. “Finalmente abbiamo messo nero su bianco una norma di cui si parla da vent’anni: il magistrato che entra in politica una volta eletto ha perso requisiti di terzietà e quindi il magistrato non potrà più tornare alla magistratura”, annuncia poi il ministro. “E non può candidarsi nel territorio dove esercita le sue funzioni”. Si mette quindi la parola fine alle cosiddette porte girevoli tra mondo della giustizia e politica. Tramonta infine la gerarchizzazione delle procure introdotta con le riforme Castelli-Mastella e vengono introdotti paletti più rigidi per il cambio di funzione dei magistrati.

Misure anti-Covid estese al 7 settembre – Per quanto riguarda il nuovo dpcm che sarà in vigore a partire dal 10 agosto, Conte ha chiarito che sono state prese “misure adeguate alla situazione attuale”. Uno scenario di “sostanziale stabilità”, dice, “con lievi segnali di ripresa dei contagi”. Eppure, aggiunge, “stiamo facendo bene e anche meglio dei Paesi confinanti”. Come ad esempio Germania e Francia, dove ormai si registrano ogni giorno più di mille casi. Da qui la decisione di estendere a inizio settembre le “misure precauzionali minime”, tra cui l’obbligo di mascherine al chiuso, il divieto di assembramento, la raccomandazione di lavarsi le mani con frequenza. “Non vogliamo nuove restrizioni, anzi abbiamo previsto la ripartenza delle navi da crociera e di attività come quelle fieristiche”, chiarisce Conte. Ma avvisa: “Tutto questo bisogna farlo con responsabilità. Bisogna essere intelligenti. Capisco che questo è il periodo più caldo dell’anno, capisco i giovani che hanno desiderio di divertirsi”. Eppure bisogna ricordarsi “dei propri cari e delle persone vulnerabili”. Parole nel solco di quelle pronunciate dal capo dello Stato Sergio Mattarella solo pochi giorni fa.

L'articolo Ok a decreto Agosto, Conte: “Risorse per 100 miliardi”. Bonus a pagamenti elettronici, più soldi per invalidità, decontribuzione del 30% per chi lavora al Sud. Via libera anche alla riforma del Csm proviene da Il Fatto Quotidiano.

Kategorije: Italija

Decreto Agosto, via libera dal Cdm: la conferenza stampa del premier Conte. Segui la diretta tv

Pet, 07/08/2020 - 21:48

Il Consiglio dei ministri ha dato il via libera al decreto agosto, con misure per 25 miliardi per far fronte alla crisi da Coronavirus. Lo si apprende da fonti di governo. L’ok del Consiglio è arrivato “salvo intese tecniche”. In diretta la conferenza stampa del premier Giuseppe Conte al termine della riunione.

L'articolo Decreto Agosto, via libera dal Cdm: la conferenza stampa del premier Conte. Segui la diretta tv proviene da Il Fatto Quotidiano.

Kategorije: Italija

“Effetto covid”, Johnson cade nei sondaggi. Gli inglesi preferiscono il laburista Starmer come leader. Non succedeva dal 2017

Pet, 07/08/2020 - 21:42

Uscito trionfante dalle elezioni che lo hanno incoronato premier (e hanno fatto fuori il suo antagonista Jeremy Corbyn), nel giro di 6 mesi Boris Johnson ha perso la fiducia degli inglesi. Che ora, stando ai sondaggi, preferiscono il nuovo capo dei laburisti Keir Starmer. È quanto emerge da un rilevamento realizzato da YouGov per il Times su chi sia il nome favorito per guidare il paese come primo ministro. Soltanto il 32% degli intervistati menziona il leader conservatore e attuale premier, in calo di un punto rispetto alla scorsa settimana. Il 34%, invece, cita Sir Keir Starmer come inquilino ideale di Downing Street.

È la prima volta dal 2017 che i cittadini del Regno Unito dichiarano di preferire un esponente laburista anziché un tory. Stando a molti commentatori, Starmer è riuscito a guadagnare consensi su consensi soprattutto nelle ultime settimane, grazie alla dura opposizione a Johnson per la gestione dell’emergenza coronavirus. Un periodo complicatissimo per il premier, che all’inizio della pandemia propone di adottare la strategia dell’immunità di gregge e di favorire la diffusione del virus. Poi il contagio subito in prima persona, il ricovero in terapia intensiva e alla fine la decisione di mettere il Paese in lockdwon. Un cambio radicale che non lo ha messo al riparo da critiche, visto l’altissimo numero di infetti registrato dal Regno Unito. Tanto che l’allentamento delle restrizioni annunciato per fine luglio è stato posticipato di due settimane.

L'articolo “Effetto covid”, Johnson cade nei sondaggi. Gli inglesi preferiscono il laburista Starmer come leader. Non succedeva dal 2017 proviene da Il Fatto Quotidiano.

Kategorije: Italija

Condono per gli stabilimenti balneari, più tempo per pagare le tasse, altri 400 euro d’emergenza: le ultime novità del dl agosto

Pet, 07/08/2020 - 21:06

Soldi alle casalinghe che vogliono frequentare corsi di formazione. E’ una delle novità più curiose che compaiono nel testo del decreto agosto approdato all’esame del Consiglio dei ministri di questa sera. Il fondo avrà una dotazione di 3 milioni all’anno a partire dal 2020 con lo scopo di “incrementare le opportunità culturali e l’inclusione sociale delle donne che svolgono attività nell’ambito domestico”. I criteri e le modalità di riparto del fondo, precisa il testo, saranno definite con un decreto del ministro per le pari opportunità e la famiglia da emanarsi entro il 31 dicembre 2020.

Ventiquattro rate per saldare i conti con il fisco – Le tasse sospese nei mesi del lockdown non andranno più saldate entro la fine dell’anno ma in due anni, con 24 rate mensili. Non viene però rimandato il primo appuntamento col fisco previsto per il 16 settembre. Le rate saranno comunque molto più leggere perché da 4 diventano 24. A essere diluiti sono i versamenti di tasse, contributi e ritenute previsti per marzo, aprile e maggio.

Sgravi contributivi ad hoc per il turismo. L’esonero dal versamento dei contributi – ma per massimo 3 mesi – viene esteso anche alle “assunzioni a tempo determinato o con contratto di lavoro stagionale nei settori del turismo e degli stabilimenti termali”. In caso di trasformazione a tempo indeterminato si applica la prevista per le altre aziende, cioè uno sgravio totale per 6 mesi (escluso il contributi Inail) fino a un massimo di 8.060 euro annui riparametrato su base mensile. Stop alla seconda rata dell’Imu anche per “discoteche sale da ballo, night-club e simili” gestite dai proprietari degli immobili. Lo prevede la bozza del decreto agosto, ancora suscettibile di modifiche, che estende la misura già prevista nelle bozze per le strutture ricettive ma anche per le fiere e per cinema e teatri. Per questi ultimi resta confermato l’esonero anche per l’intero importo del 2021 e del 2022. Per alberghi, agriturismo e terme sale al 65% il credito d’imposta riconosciuto in due anni per la riqualificazione e il miglioramento delle strutture ricettive. (A

Arriva il condono per gli stabilimenti balneari “Al fine di ridurre il contenzioso relativo alle concessioni demaniali marittime per finalità turistico-ricreative” sarà possibile saldare i propri debiti versando solo il 30% dell’importo dovuto in un’unica soluzione, o pagando il 60% ma spalmato in 6 anni. Tutti i procedimenti amministrativi, pendenti alla data di entrata in vigore del provvedimento, verranno quindi sospesi ”fino al 15 dicembre 2020”. Inoltre “sono inefficaci i relativi provvedimenti già adottati oggetto di contenzioso, inerenti al pagamento dei canoni, compresi i procedimenti e i provvedimenti di riscossione coattiva, nonché di sospensione, revoca o decadenza della concessione per mancato versamento del canone”. La domanda per accedere alla definizione della sanatoria dovrà essere presentata “entro il 15 dicembre 2020 ed entro il 30 settembre 2021 è versato l’intero importo dovuto, se in un’unica soluzione, o la prima rata, se rateizzato”.

Altri 400 euro per chi è in difficoltà – Nuovi fondi per il reddito di emergenza per le famiglie più in difficoltà. Si potrà fare richiesta entro il 15 ottobre. I beneficiari riceveranno un assegno di 400 euro: si tratterebbe della terza tranche dopo le due disposte dal decreto rilancio di 400 euro ciascuna.

490 milioni per l’auto – Confermato l’investimento nel settore automotive. Lo fa sapere il ministro dello Sviluppo economico Stafano Patuanelli. Si tratta di “400 milioni” per l’ecobonus auto “e 90 milioni per contributi all’installazione di colonnine di ricarica installate da professionisti e imprese”.

Assegno più leggero per i lavoratori dello spettacolo – Una indennità una tantum di 1000 euro per stagionali e tempi determinati di turismo e terme, per i lavoratori dello spettacolo e per i più precari (dagli intermittenti agli incaricati delle vendite a domicilio), per compensare un lavoro perso prima dell’emergenza e non ancora ritrovato a causa della pandemia. Nella nuova bozza del decreto agosto scende il contributo per queste categorie di lavoratori, inizialmente pensata come una riedizione per 2 mesi del bonus da 600 euro. Questa nuova indennità sarà erogate dall’Inps, previa domanda, nel limite di spesa complessivo di 680 milioni di euro per l’anno 2020.

Triplicati i fondi per il bonus babysitter per gli operatori sanitari– Sale da 67,6 a 236,6 euro il finanziamento per il bonus babysitter per medici e infermieri, tecnici e operatori sociosanitari (2.000 euro) mentre il fondo per il bonus per colf e badanti viene ridotto da 460 a 291 milioni.

Via libera alla Cig per i dipendenti di Air Italy Arriva lo sblocco della cassa integrazione per i 1.500 lavoratori di Air Italy. Il decreto rivede infatti le norme sul trasporto aereo del decreto Cura Italia e prevede che possano essere concessi altri 10 mesi di Cig alle aziende del settore “in possesso del prescritto Certificato di Operatore Aereo (COA) e titolari di licenza di trasporto aereo di passeggeri rilasciata dall’Ente nazionale dell’aviazione civile, che hanno cessato o cessano l’attività produttiva nel corso dell’anno 2020” che non siano in procedura concorsuale, previo accordo al ministero del Lavoro e “ove ricorra almeno una delle seguenti condizioni: a) prospettive di cessione dell’azienda o di un ramo di essa; b) specifici percorsi di politica attiva del lavoro posti in essere dalla Regione o dalle Regioni interessate”.

L'articolo Condono per gli stabilimenti balneari, più tempo per pagare le tasse, altri 400 euro d’emergenza: le ultime novità del dl agosto proviene da Il Fatto Quotidiano.

Kategorije: Italija

Arriva Dirty Dancing 3: nel cast anche l’attrice che interpretò Baby. “Sarà il film romantico e nostalgico che i fan aspettano”

Pet, 07/08/2020 - 20:46

218 milioni di dollari al botteghino, un Oscar, un Golden Globe e generazioni di ragazze che provano ricreare la celebra coreografia con il ‘salto’: Dirty Dancing torna al cinema con il suo terzo capitolo. E torna anche Jennifer Grey, l’attrice che ha interpretato Frances Houseman, meglio nota come Baby, la protagonista innamorata del suo insegnante di ballo.

La casa di produzione Lionsgate ha confermato quello che è stato definito “il segreto peggio custodito di Hollywood” tramite il ceo Jon Feltheimer. “Sarà il film romantico e nostalgico che i fan stavano aspettando”, ha detto in un’intervista a Deadline. Poi ha fornito alcuni dettagli sulla produzione: sarà diretto da Jonathan Levine, prodotto da Gillian Bohrer e la sceneggiatura sarà scritta a quattro mani da Mikki Daughtry e Tobias Iaconis.

Un sequel che sarà anche un omaggio a Patrick Swayze (Johnny Castle) prematuramente scomparso nel 2009. Jennifer Grey, oltre a essere nel cast, sarà anche produttrice esecutiva della pellicola.

Il film originale fu un successo straordinario, un vero e proprio cult degli anni 80: incassò 218 milioni di dollari di fronte di un investimento di 5 milioni. La canzone (I’ve had) The time of my life – cantato da Bill Medley e Jennifer Warnesvinse l’Oscar e il Golden Globe, oltre a rimanere nelle orecchie di tre generazioni, che provarono a ricreare i passi del coreografo Kenny Ortega. Nel 2004 arrivò il secondo capitolo, Dirty Dancing 2, la storia d’amore tra una ragazza americana e un ballerino ambientata a Cuba nel 1958, alla vigilia della rivoluzione castrista. E dopo tante, troppe estati di repliche in tv, finalmente i fan potranno vedere il nuovo capitolo.

L'articolo Arriva Dirty Dancing 3: nel cast anche l’attrice che interpretò Baby. “Sarà il film romantico e nostalgico che i fan aspettano” proviene da Il Fatto Quotidiano.

Kategorije: Italija

Le Mauritius rischiano la crisi ambientale: la petroliera arenata dieci giorni fa ora perde greggio. Ecco cosa sta accadendo

Pet, 07/08/2020 - 20:45

Una lunga scia di petrolio, nera come la pece, si allunga nelle acque cristalline delle isole Mauritius. Minacciando, ora dopo ora, il prezioso ecosistema che vive in fondo al mare. La petroliera che il 25 luglio scorso si è incagliata nel sud-est del Paese africano ora perde greggio. “Siamo in una situazione di crisi ambientale“, ha ammesso il ministro dell’Ambiente Kavy Ramano. “È la prima volta che affrontiamo una catastrofe di questo tipo e siamo equipaggiati in maniera insufficiente per gestire il problema”, ha avvertito il collega alla Pesca, Sudheer Maudhoo, appellandosi alla comunità internazionale.

⚠️ Catastrophe écologique en cours à l’Île Maurice. Le MV Wakashio, un vraquier japonais transportant 200 tonnes de diesel et 3 800 tonnes de fuel, s’est échoué sur le récif le 26 juillet. Les autorités ont confirmé que du fuel s’échappe d’une fissure dans la coque. pic.twitter.com/jpn4tV8x2W

— Hugo Clément (@hugoclement) August 6, 2020

Come si vede dalle foto pubblicate sui social, la situazione nel paradiso turistico e naturale dell’isola è in continuo peggioramento. La nave, la MV Wakashio, batte bandiera panamense e appartiene a una società giapponese. L’equipaggio è stato subito fatto evacuare dopo l’arenamento, ma a bordo restano 200 tonnellate di diesel e 3.800 di carburante proprio. L’incidente è avvenuto a Pointe d’Esny, inserito fra le zone umide di importanza internazionale tutelate dalla Convenzione di Ramsar, e nei pressi del parco marino di Blue Bay. Il governo ha fatto sapere che nei giorni scorsi gli sforzi per stabilizzare la petroliera sono falliti a causa del mare grosso, così come quelli per aspirare petrolio. Gli ambientalisti ora temono che la nave possa spezzarsi, accrescendo le fuoriuscite e innescando una catastrofe per la costa dell’isola, magnete turistico fra l’altro grazie alle sua barriere coralline e resort di alto livello.

Foto di copertina del profilo Twitter MauritiusGuide

L'articolo Le Mauritius rischiano la crisi ambientale: la petroliera arenata dieci giorni fa ora perde greggio. Ecco cosa sta accadendo proviene da Il Fatto Quotidiano.

Kategorije: Italija

La vita in diretta Estate, Andrea Delogu: “Anche io ho la cellulite” e mostra le gambe alla telecamera

Pet, 07/08/2020 - 20:22

Puntuali come le zanzare e i saldi, ogni estate tornano le pubblicità degli anticellulite, per ricordare alle donne che cuscinetti e buccia d’arancia prima spariscono e meglio è. Ma Andrea Delogu, da sempre battagliera per l’accettazione del corpo femminile, dallo studio della Vita in Diretta Estate ha fatto una piccola rivoluzione: ha sollevato il vestito mostrando le gambe, per far vedere che anche lei, come tutte le donne, ha qualche piccolo segno di ritenzione idrica. Addirittura ha chiesto alla regia di stringere l’inquadratura per mostrarlo chiaramente agli spettatori. Il tutto di fronte all’occhio esperto di Cristina Fogazzi, in arte l’Estetista Cinica. Così popolare sui social per il suo lavoro da aver lanciato una sua linea di cosmetici, che comprende anche, appunto, l’anticellulite. Cinica di nome: in realtà una grande parte del suo lavoro è convincere le donne ad abbandonare standard di bellezza irreali. “Il corpo ci capita in sorte”, ha detto durante l’intervista con la Delogu.

L'articolo La vita in diretta Estate, Andrea Delogu: “Anche io ho la cellulite” e mostra le gambe alla telecamera proviene da Il Fatto Quotidiano.

Kategorije: Italija

India, aereo si schianta durante l’atterraggio in Kerala: almeno 20 morti e 140 feriti. Polemiche sulla pista: “Troppo pericolosa”

Pet, 07/08/2020 - 20:03

Un aereo dell’Air India con 191 persone a bordo e proveniente da Dubai è uscito di pista e si è spezzato in più parti durante un atterraggio nell’aeroporto di Kozhikode, conosciuta anche come Calicut, nello Stato del Kerala, nel sud del Paese. Secondo l’Hindustan Time, sono almeno 20 le vittime accertate al momento, tra cui il comandante e il secondo pilota, e 140 i feriti, di cui molti in modo grave. A bordo c’erano anche dieci bambini.

L’incidente è avvenuto alle 19.38, ora locale, mentre sulla zona stavano cadendo forti piogge che potrebbero aver disturbato le manovre di atterraggio del pilota. Ha tentato di atterrare ma ha dovuto riattaccare, come si dice in gergo aeronautico, per via del maltempo. E, al secondo tentativo di toccare terra, è finito fuori pista: il mezzo si è spezzato in due ed è precipitato in un dirupo di 30 metri. Molti dei passeggeri sono stati ricoverati in ospedale a causa delle lesioni, e il numero dei morti è ancora difficile da prevedere: ma secondo i soccorritori, le stesse piogge che hanno reso impraticabile la pista hanno tuttavia impedito, quasi “miracolosamente” che l’aereo prendesse fuoco, limitando le vittime. Le squadre di soccorritori e le forze dell’ordine stanno ancora intervenendo sul luogo dell’incidente. Un bambino di appena un anno e mezzo è stato salvato dai soccorritori. Subito hanno fatto il giro del mondo le immagini di una bimba rimasta da sola mentre si aggirava tra i rottami: portata all’ospedale più vicino è stata lanciata su Twitter una richiesta, con un numero da contattare, per chi la conoscesse.

L’aereo non era un volo di linea ma un velivolo dell’Air India – IX-1344, operato con un Boeing 737 – adibito a collegamento speciale di rimpatrio per riportare a casa i cittadini indiani bloccati all’estero dal coronavirus. I voli internazionali da e per il Paese sono infatti sospesi fino al 31 agosto.

Dopo lo shock e le varie testimonianze di vicinanza alle vittime, sui media indiani è montata la polemica: secondo onmanorama.com, il più importante sito di news del Kerala, la pista dell’aeroporto di Kozhikode è troppo pericolosa. Costruita sulla sommità di un pianoro e con una delle due estremità affacciata ad un precipizio, secondo gli esperti “crea un’illusione ottica che costringe il pilota ad un approccio di massima precisione. E, nel caso di cattive condizioni meteorologiche, i rischi di incidenti come quello avvenuto oggi sono veramente altissimi“.

Il comandante del volo IX-1344 era un pilota di lunga esperienza, sottolineano i media indiani, spiegando che aveva 59 anni e tantissime ore di volo alle spalle, ex pilota militare con tanto di onorificenza. Il nuovo incidente aereo è il secondo di questo tipo nel Paese nell’ultimo decennio. Nel 2010 a Mangalore un altro velivolo, sempre della compagnia di bandiera Air India, si schiantò in fase di atterraggio, causando la morte di 140 persone.

L'articolo India, aereo si schianta durante l’atterraggio in Kerala: almeno 20 morti e 140 feriti. Polemiche sulla pista: “Troppo pericolosa” proviene da Il Fatto Quotidiano.

Kategorije: Italija

“E’ come se l’economia italiana avesse perso Puglia e Umbria”: Mediobanca fotografa l’impatto del Covid

Pet, 07/08/2020 - 19:59

Cosa resta dopo la tempesta? Lo descrive il report del centro studi di Mediobanca che tira le prime somme sui danni economici prodotti dalla pandemia. Come prevedibile il bilancio è drammatico. Due esempi contenuti nello studio rendono particolarmente bene la portata di quello che viene definito uno tsunami. Per il Prodotto interno lordo europeo è come se si fosse del tutto azzerato il contributo di due paesi come Austria e Slovacchia. Per quello italiano come se fossero sparite Puglia ed Umbria.

Volano i colossi del web, a picco l’industria automobilistica – Più nel dettaglio, spiega Mediobanca, le aziende che generano la maggior parte dei loro ricavi in Cina e Asia hanno registrato una ripresa delle vendite già a partire da aprile 2020, mentre quelle che generano la maggior parte del loro fatturato in Europa e Americhe hanno subìto forti contrazioni anche in aprile e maggio. Pur nel quadro di un impatto complessivo fortemente negativo, la pandemia ha prodotto vinti e vincitori. In particolare le aziende del comparto websoft (ossia colossi di internet come Amazon, Google o Facebook) hanno visto i loro ricavi salire di oltre il 17% nei primi 6 mesi dell’anno. Fatturati in aumento (+ 9,6%) anche per la grande distribuzione per la farmaceutica (+ 1,3%) e per l’elettronica (+ 5,6%). Tracollo viceversa per l’industria petrolifera (- 33,8%), la moda (- 28%), gli aerei (- 31,8%) e l’auto che con un meno 27% ha vissuto il semestre peggiore di sempre.

In pochi mesi volatilizzati 50 miliardi di ricavi – In Italia le principali aziende quotate a Piazza Affari hanno visto i loro guadagni scendere del 10% e fatturato ridursi di un quarto rispetto all’anno prima. In altri termini sono andati in fumo 50 miliardi di ricavi. Hanno inoltre subito un crollo della capitalizzazione complessiva di quasi 90 miliardi di euro nei soli primi tre mesi dell’anno salvo poi recuperare, almeno in parte, tra aprile e giugno quando il loro valore è risalito di 45 miliardi. La sola Eni ha quasi dimezzato la sua capitalizzazione scesa da 50 a 30 miliardi di euro. Fca è il gruppo che ha subito il calo di fatturato più forte (- 37%), seguita da Moncler (- 29%), Pirelli (- 28,5%) ed Ampifon (- 27,8%). Risalendo fino al 1993 non si trova una discesa dei ricavi di entità paragonabile.

Un’eredità destinata a durare – Guardando al futuro prossimo Mediobanca segnala come “si rafforzi l’idea che le soluzioni sperimentate in questi mesi diventino una nuova normalità“. Il riferimento è alle pratiche di lavoro a distanza, formazione via web, videoconferenze al posto dei viaggi di lavoro, l’uso di biciclette e monopattini per spostarsi in città.

L'articolo “E’ come se l’economia italiana avesse perso Puglia e Umbria”: Mediobanca fotografa l’impatto del Covid proviene da Il Fatto Quotidiano.

Kategorije: Italija

Roma, tra i requisiti per diventare autisti c’è la lingua inglese. 7 su 10 dichiarano di saperla, ma poi fanno scena muta. Concorso annullato

Pet, 07/08/2020 - 19:58

Uno dei requisiti per partecipare al concorso per autisti di autobus nel Lazio era quello di sapere la lingua inglese. Ma arrivati all’orale, 7 candidati su 10 hanno fatto scena muta. L’azienda regionale dei trasporti, la Cotral, ha deciso quindi di annullare tutto. E loro adesso rischiano una denuncia per falso. Lo riporta il Corriere della Sera, secondo cui in totale sono 55 su 71 i furbetti che hanno dichiarato la conoscenza della lingua nonostante non siano riusciti a rispondere alle domande dei commissari.

La vicenda comincia nel periodo del lockdown, quando Cotral emana un bando per assumere 100 autisti. La finestra per presentare le domande si chiude il 16 luglio e nel giro di poche settimane la commissione inizia a convocare i candidati sulla base del punteggio ottenuto grazie al curriculum, compresi gli eventuali certificati di lingua straniera. Nel corso dei colloqui con il commissario madrelingua inglese, però, ecco la brutta sorpresa. Gran parte dei candidati non riesce a sostenere nemmeno una banale conversazione, nonostante le certificazioni allegate alla domanda di partecipazione dimostrino il contrario. C’è persino chi – riferisce il quotidiano di via Solferino – afferma di non ricordare il nome o il luogo della scuola presso cui ha sostenuto l’esame di lingua.

Ad aumentare i sospetti anche il fatto che alcuni attestati siano stati rilasciati proprio negli stessi giorni della chiusura del bando della Regione Lazio. Il 23 luglio, inoltre, Cotral avrebbe ricevuto una segnalazione da parte di uno dei candidati, il quale sostiene che molti colleghi abbiano “acquistato l’attestato” proprio in occasione della selezione. L’azienda ha quindi deciso di sporgere denuncia e di indire un nuovo concorso per metà agosto.

L'articolo Roma, tra i requisiti per diventare autisti c’è la lingua inglese. 7 su 10 dichiarano di saperla, ma poi fanno scena muta. Concorso annullato proviene da Il Fatto Quotidiano.

Kategorije: Italija

Turchia sfida di nuovo la Grecia e riprende le esplorazioni energetiche nell’Egeo. Erdogan: “Atene non rispetta gli accordi”

Pet, 07/08/2020 - 19:40

Lo stop alle ambizioni della Turchia sull’Egeo è durato esattamente dieci giorni. Dopo l’intervento della Cancelliera Angela Merkel per mediare con la Grecia, Ankara aveva annunciato la sospensione delle esplorazioni energetiche. Ma oggi il presidente Recep Tayyip Erdoğan torna sui suoi passi e, poche ore dopo l’annuncio di un nuovo accordo tra Grecia ed Egitto sui confini marittimi, rilancia le sue contestate esplorazioni che già avevano fatto salire la tensione intorno all’isola di Kastellorizo. “Abbiamo ripreso le attività di perforazione. Abbiamo inviato anche la (nave da ricerca sismica) Barbaros Hayrettin nell’area” perché i greci “non hanno mantenuto le promesse”, ha annunciato il Sultano.

Era il 28 luglio quando Ankara aveva promesso di fermarsi “per un po’ di tempo” per permettere l’avvio di negoziati “senza condizioni”. Ma Erdoğan ha ricordato di aver agito solo perché su “richiesta” di Angela Merkel e che nel frattempo erano stati avviati i lavori per la creazione di un gruppo di lavoro trilaterale con Atene e Berlino per cercare di risolvere le dispute. “Se si fida della Grecia – ha raccontato di aver detto a Merkel – ci fermiamo per 3-4 settimane. Ma io non mi fido. Vedrà che non mantengono le promesse”.

E così, a suo dire, è stato. La Turchia punta il dito contro l’intesa firmata ieri al Cairo: “Non ha alcun valore”, ha commentato secco Erdoğan, dopo che già il ministero degli Esteri aveva parlato di un patto che viola la piattaforma continentale turca. “Manteniamo con determinazione l’accordo marittimo che avevamo firmato con la Libia” a novembre. “Riteniamo inutile discutere di confini marittimi con coloro che non hanno alcun diritto sulle zone in questione”, ha continuato il leader dell’AkParti che sta cercando di portare dalla sua parte anche Malta, coinvolta nella partita delle commesse per la ricostruzione della Libia con il trilaterale di ieri a Tripoli insieme al premier del Governo di Accordo Nazionale riconosciuto dall’Onu, Fayez al-Sarraj.

L'articolo Turchia sfida di nuovo la Grecia e riprende le esplorazioni energetiche nell’Egeo. Erdogan: “Atene non rispetta gli accordi” proviene da Il Fatto Quotidiano.

Kategorije: Italija

Zona rossa Alzano-Nembro, Salvini evoca le manette per il governo: “Andrebbero arrestati”. Gori: “Regione Lombardia responsabile”

Pet, 07/08/2020 - 19:32

Arrestati. Non usa mezze parole Matteo Salvini, dal palco di da San Casciano, in Val di Pesa, con la candidata del centrodestra in Toscana, Susanna Ceccardi. “Al governo”, dice ai suoi sostenitori, “dovrebbero essere arrestati”. Il leader della Lega fa riferimento al contenuto, diffuso oggi, del verbale del 3 di marzo in cui il Comitato tecnico-scientifico suggeriva al governo di “adottare misure più stringenti”, come quelle “già prese nei comuni della zona rossa“, per Alzano Lombardo e Nembro, nella Bergamasca.

“Voglio proprio vedere i telegiornali”, esordisce l’ex ministro dell’Interno, “perché quando io mi soffio il naso in maniera sbagliata fanno sei edizioni straordinarie. Oggi sono usciti i verbali. Parrebbe che avessero chiesto di sigillare la Val Seriana. Il governo invece non ha sigillato le zone rosse ma il resto d’Italia: se fosse vero, andrebbero arrestati“. Detto che qui la sua posizione generalmente garantista, in termini giudiziari, verrebbe meno, Salvini punta all’accusa (in voga da ieri, quando grazie alla Fondazione Einaudi sono stati diffusi altri cinque verbali), secondo la quale l’esecutivo avrebbe deciso il lockdown quando gli scienziati proponevano azioni meno drastiche, arrecando, di fatto, un danno all’Italia intera. E non è un caso che i leghisti bergamaschi che siedono in Parlamento (Roberto Calderoli, Daniele Belotti, Simona Pergreffi e Rebecca Frassini) dicano la stessa cosa: “Hanno perso giorni preziosi per contenere la diffusione del virus e hanno istituito una dannosa zona rossa nazionale. Cosa racconterà Conte per non aver bloccato il contagio del virus dai focolai di Alzano e Nembro?”

Sul caso specifico, invece, è Giorgio Gori a ricordare a Salvini che in casa Lega qualche responsabilità c’è: se non altro perché al vertice della Lombardia ci stava (e ci sta) Attilio Fontana, a capo di una giunta a trazione leghista, con poteri legislativi che gli consentivano di isolare, se avesse voluto, la Bergamasca: “La Regione si è chiamata fuori“, ha scritto il sindaco del capoluogo orobico, “dicendo che la zona rossa non le spettava. Eppure non l’ha chiesto nemmeno al governo”. Gori, poi, sottolinea un altro aspetto: “Che il Comitato tecnico scientifico avesse raccomandato la zona Rossa in Val Seriana lo sappiamo dal 3 marzo. Che accade poi? Il governo esita quattro giorni e poi opta per la zona arancione estesa a tutta la Lombardia”.

E a far notare che la posizione assunta in questi giorni dal leader della Lega non è esattamente in linea con quanto affermava nei mesi scorsi, sono i due 5 stelle Alessio Villarosa e Manlio Di Stefano, rispettivamente sottosegretario all’Economia e agli Esteri: “Oggi dice che con il lockdown Conte ha ‘sequestrato’ mezza Italia, ma a marzo proprio lui chiedeva la chiusura totale. Il 10 di marzo, infatti, scriveva: ‘Chiudere tutto’ e ‘se salviamo la salute salviamo l’economia’”.

L'articolo Zona rossa Alzano-Nembro, Salvini evoca le manette per il governo: “Andrebbero arrestati”. Gori: “Regione Lombardia responsabile” proviene da Il Fatto Quotidiano.

Kategorije: Italija